Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: penisola italiana sulla terra di mezzo tra differenti circolazioni

Nei prossimi giorni una zona di alta pressione tenderà a farsi strada verso la nostra penisola, senza tuttavia riuscire a portare una condizione di assoluta stabilità sull'intero stivale. Almeno inizialmente il territorio italiano verrà condizionato da una marginale circolazione orientale di venti. Episodi di instabilità sempre possibili specie al centro ed al sud. Incerta l'evoluzione a lungo termine, l'atlantico avrà o no la forza di entrare sul nostro Paese? L'aria fredda presente sul nord-Europa quale ruolo reciterà?

In primo piano - 24 Ottobre 2014, ore 20.45

Situazione attuale: ancora instabilità sulle regioni centro-meridionali, seppur in graduale attenuazione rispetto alle giornate precedenti. Questa mattina sono stati comunque segnalati forti temporali su Calabria e Sicilia (particolarmente intenso quello su Messina). Condizioni atmosferiche decisamente migliori sulle regioni settentrionali, in virtù di una temperatura nuovamente tendente alla risalita e la presenza di una ventilazione settentrionale molto secca e limpida.

Persiste una blanda circolazione di venti orientali sull'Italia.

La circolazione di bassa pressione che ha tenuto i cieli impegnati in queste ore sull'Italia, tende a rimarginarsi con più difficoltà rispetto quanto preventivato inizialmente. Il weekend e l'inizio della prossima settimana, saranno con tutta probabilità ancora condizionati da una residua circolazione orientale di venti, la quale  rinnoverà l'instabilità soprattutto sui settori centrali e meridionali italiani, laddove sono attese ancora delle manifestazioni temporalesche.

L'espansione dell'alta pressione secondo questo aggiornamento sembrerebbe avvenire in modo più convinto solo a partire da giovedì 30 ottobre, quando il rinforzo della corrente a getto zonale (occidentale) dovrebbe/potrebbe (a questo punto il condizionale è d'obbligo) favorirne una maggiore espansione diretta all'Italia. I settori italiani occidentali e settentrionali ne sarebbero ancora una volta coinvolti a scapito delle aree adriatiche e meridionali, in prospettiva ancora esposte a nubi e precipitazioni occasionali anche nella seconda metà della settimana prossima.

Il momento di apice dell'anticiclone sul suolo italiano avverrebbe nella giornata di venerdì 31 ottobre, mentre l'esordio di novembre andrebbe proponendo sull'Italia l'avvicinamento di una depressione dai settori occidentali europei. Una depressione ricoma d'aria polare-marittima che andrebbe avvicinandosi al Mediterraneo, determinando una nuova fase di tempo instabile. In questo frangente l'instabilità e le precipitazioni sarebbero appannaggio soprattutto dei settori occidentali italiani, con precipitazioni più consistenti al nord. Avremo a che fare con un coinvolgimento almeno inizialmente marginale del mezzogiorno italiano.



 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum