Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: nuova ondata di FREDDO pronta a colpire la nostra penisola, poi...

Una nuova controffensiva delle masse d'aria fredde artiche sul nostro territorio nazionale; in breve le aree più colpite e le ripercussioni per il prossimo futuro.

In primo piano - 14 Dicembre 2017, ore 21.00

Come da previsione, le spire di una nuova circolazione depressionaria avvolgono il vasto continente europeo, una nuova pulsazione dell'alta pressione delle Azzorre che riesce ancora a creare una circolazione ondulata quel tanto che basta da riportare sul nostro Paese l'ennesima sequenza di giornate instabili che dapprima interesseranno le regioni del tirreno (venerdì e sabato) per poi trasferirsi lungo i versanti adriatici laddove insisteranno almeno sino all'esorido della terza decade dicembrina.

Il tempo previsto entro i prossimi 6 giorni può essere così separato in tre fasi distinte:

- Il fine settimana (sabato 16, domenica 17) sarà caratterizzato da una nuova disposizione dei venti in quota dai quadranti settentrionali. L'aria artica riuscirà a penetrare abbastanza facilmente sul Mediterraneo attraverso la Valle del Rodano e la porta della Bora. I quota le temperature scenderanno di diversi gradi, al suolo in un primo momento il calo della temperatura risulterebbe tamponato. 

- Con l'inizio della prossima settimana (lunedì 18, martedì 19), contestualmente col rinforzo dell'alta pressione sull'Europa occidentale e su parte della Mitteleurope, il moto di provenienza dei venti sull'Italia passerà da settentrionale ad orientale. Verrà in tal modo favorito un raffreddamento più efficace degli strati prossimi al suolo e delle regioni meridionali. Annuvolamenti ed instabilità sarebbero concentrati sui versanti medio e basso adriatici. 

- La terza fase a cavallo tra il termine della seconda e l'esordio della terza decade, ancora dai risvolti un po' incerti, dovrebbe sancire un fisiologico stop nell'evento di freddo ed instabilità atteso nei giorni precedenti. Quindi una maggiore ingerenza dell'alta pressione che dall'ovest del continente potrebbe abbracciare anche una parte dello stivale con effetti più decisi sul tempo dei versanti occidentali e del settentrione. 


Ci siamo ormai spinti sino a giovedì 21 dicembre, esattamente 7 giorni di distanza e gli scenari previsionali perdono la loro affidabilità, diventando estremamente difficili da inquadrare. 

A grandi linee, le giornate appena precedenti la festività del Santo Natale, potrebbero, e sottolineiamo POTREBBERO mantenere inalterato lo schema circolatorio su larga scala, quindi la tendenza al rinforzo degli anticicloni sull'ovest Europa e sull'oceano Atlantico sul cui fianco orientale potrebbero ancora scivolare delle masse d'aria discretamente fredde. 

E' ancora però impossibile stabilire QUALE comportamento potrebbe essere acquistato dall'alta pressione e cioè se quest'ultima si limiterebbe semplicemente a stazionare coricata lungo i paralleli, invadendo gran parte del Mediterraneo (dando luogo ad uno scenario stabile) oppure se intraprendere nuove importanti azioni di conquista delle terre settentrionali che, ovviamente, aprirebbero per l'Europa tutt'altro tipo di prospettive (scenari INSTABILI e magari anche FREDDI).

Seguite gli aggiornamenti su METEOLIVE.IT
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.54: A4 Venezia-Trieste

rallentamento

Traffico rallentato causa scambio di carreggiata nel tratto compreso tra Svincolo S. Giorgio Di Nog..…

h 06.43: A1 Roma-Napoli

incendio

Incendio nel tratto compreso tra Cassino (Km. 669,6) e San Vittore (Km. 678,6) in direzione Napol..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum