Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: la riscossa dell'estate sull'Europa

Prende campo dagli aggiornamenti odierni, il rinforzo graduale degli anticicloni su parte d'Europa. Facciamo il punto della situazione in merito l'andamento dell'estate sul Vecchio Continente.

In primo piano - 17 Giugno 2016, ore 21.10

Situazione attuale: una circolazione d'aria INSTABILE penetra in modo più deciso sulle regioni del settentrione italiano, laddove il richiamo caldo-umido veicolato dai venti meridionali presenti sino a ieri, giovedì 16 giugno, viene sostituito da una circolazione assai più fresca alle quote superiori. Ancora sole e caldo al centro ed al sud, anche se le temperature subiranno anche qui una graduale diminuzione dopo la grande calura delle ultime 36 ore che ha portato città come Palermo a toccare i +45°C.

Una "goccia" d'aria fresca vagante per il Mediterraneo.

Come già ampiamente descritto nell'aggiornamento del pomeriggio, il tempo atmosferico italiano sarà soggetto nei prossimi giorni al manifestarsi di una buona dose d'instabilità agevolata nel suo sviluppo dalla presenza di una circolazione chiusa di bassa pressione col proprio perno collocata proprio sul nostro territorio nazionale. Quest'ultima, non essendo più alimentata da nuovi apporti d'aria fredda di estrazione nord-atlantica, sarà soggetta ad un lento e graduale riassorbimento, anche se appare sin da subito probabile una sua influenza in ambito italiano almeno sino a venerdì 24 giugno.

Sino a tale periodo l'instabilità sarà pertanto protagonista delle aree interne e montuose, manifestandosi soprattutto durante le ore più calde del giorno attraverso l'esplosione di manifestazioni temporalesche locali ma talvolta intense che potranno interessare soprattutto le regioni centrali e meridionali. Difficile ma non impossibile sperimentare dei coinvolgimenti costieri.

Uno sguardo al tempo d'Europa: rinforzo degli anticicloni?


Mentre l'Italia dovrà ancora pagare lo scotto dell'instabilità portata da una modesta "goccia" d'aria più fresca alle quote superiori, la circolazione atmosferica in ambito europeo sarà soggetta ad una trasformazione piuttosto sostanziale che porterà su molte aree del Vecchio Continente, l'affermazione di uno standard assai più vicino all'estate rispetto al recente passato. Potremo considerare queste manovre come il primo, VERO tentativo di rivalsa di una stagione estiva sinora rimasta in stand-by su gran parte d'Europa.

A recitare un ruolo protagonista nel plasmare questo nuovo cambio di regia, l'anticiclone delle Azzorre veicolato a ridosso d'Europa da una ripresa della Jet Stream non più ondulata sull'Europa ma confinata ai settori settentrionali d'oceano Atlantico e della Penisola Scandinava. Avendo quest'ultima un moto piuttosto rettilineo, favorirebbe un rinforzo dell'anticiclone oceanico appena ad ovest dell'Europa, laddove questo colosso di tempo stabile stabilirebbe la propria sede.

Un certo aumento delle altezze geopotenziali alle quote superiori, interesserebbe comunque anche i settori centrali e soprattutto occidentali d'Europa, seppur a più riprese, come mostrato dall'aggiornamento odierno del modello europeo, l'aria fresca nord-atlantica potrebbe ancora tentare degli ulteriori approcci verso il cuore del continente, avendo però questa volta vita non facile nella sua penetrazione sul Mediterraneo.

In questo senso rimane abbastanza probabile l'avvio di una fase atmosferica certamente meno irrequieta rispetto al recente passato. Durante le ore più calde del giorno l'instabilità continuerebbe a popolare le zone interne e montuose del nostro Appennino e delle nostre Alpi, mentre sulle pianure e sulle coste il tempo risulterebbe spesso stabile, accompagnato da un profilo termico che potrebbe a questo punto portare i primi episodi persistenti e consolidati di calura. Insomma il più classico degli standard meteo-climatici dell'estate mediterranea senza alcun eccesso e soprattutto, per una buona volta, gestito dall'anticiclone delle Azzorre e non dalla controparte africana.

Conferme o smentite su questa tesi nei prossimi aggiornamenti.

Seguite le news.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.06: A14 Diramazione Per Ravenna

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Allacciamento A14 Bologna-Taranto e Svincolo Lug..…

h 05.04: SS131 Carlo Felice

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 2,47 km prima di Incrocio Macomer - SS129 Bis Trasversale Sarda (K..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum