Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: la prima decade dicembrina esordisce con l'alta pressione ma poi...

Un campo di pressioni alte e livellate interesserà il nostro Paese ancora per diversi giorni; un occhio di riguardo in merito l'evoluzione successiva che potrebbe riservare alcune sorprese.

In primo piano - 7 Dicembre 2015, ore 21.00

Situazione attuale: lo stivale italiano risulta ancora interessato da una vasta figura di alta pressione, tuttavia le condizioni atmosferiche non si presentano dappertutto caratterizzate dalla stabilità atmosferica e dal sole, abbiamo infatti una piccola ma insidiosa "goccia" d'aria un po' più fresca ed instabile che nelle ultime 24 ore ha portato addensamenti nuvolosi e locali precipitazioni lungo i versanti tirrenici centrali e settentrionali, compresa anche la Sardegna. Altrove le condizioni atmosferiche sono state caratterizzate ancora dalla presenza di un buon soleggiamento. La ventilazione è debole su tutto il Paese, le temperature ancora attestate su valori tendenzialmente miti. 

Una piccola depressione nel campo minato dell'anticiclone. 

Nelle ultime ore una piccola ma insidiosa figura di bassa pressione ha tenuto impegnati i cieli delle regioni centrali e settentrionali italiane, determinando una recrudescenza dei fenomeni di instabilità che entro la prossima notte porteranno un ultima tornata di deboli precipitazioni a cavallo tra Toscana e Liguria.

I prossimi giorni vedranno un ritorno deciso dell'alta pressione lungo lo stivale italiano, una condizione che riporterà condizioni soleggiate in montagna e questa volta anche lungo le coste, stante la presenza di una ventilazione nord-orientale, agevolata nel suo innesco dalla presenza dei massimi anticiclonici posti a nord delle Alpi. Qualche nebbia e delle inversioni termiche persisteranno invece nella Valpadana con condizioni di freddo umido. 

Medio e lungo termine: raffreddamento del nord-est Europa?

Il rallentamento delle vorticità zonali potrebbe ben presto riportare una certa dinamicità atmosferica rivolta anche ai settori centrali e meridionali dell'Europa. Questo è il quadro che emerge quest'oggi dalla previsione emessa dal centro di calcolo europeo nel periodo compreso tra giovedì 10 e domenica 20 dicembre. La previsione del modello europeo mette in evidenza un raffreddamento particolarmente consistente dell'area russo-scandinava ed una forte intrusione di calore alle latitudini polari e subpolari in corrispondenza del Mare del Nord.

L'evoluzione qui proposta potrebbe a tutti gli effetti essere un po' troppo forzata verso scenari circolatori disturbati, considerando ancora la troppa incertezza che caratterizza la previsione a lungo termine. Il modello americano non esclude infatti una ripresa netta delle vorticità zonali anche superata la prima metà del mese, elemento che purtroppo non possiamo escludere a priori neanche noi previsori di Meteolive.

Per tutti gli amanti della neve e dell'inverno attenzione quindi a non farsi prendere nè da facili illusioni, nè da facili entusiasmi.

Intanto alla luce degli ultimi aggiornamenti, la temperatura del Vortice Polare in stratosfera alla quota di 30.000 metri, raggiunge picchi di -90°C, facendo innalzare l'indice NAM (Northern Hemisphere Annular Mode) sino al ragguardevole valore di +2, indicante un Vortice Polare estremamente forte alle quote stratosferiche.

Seguite l'evolversi della situazione


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.18: SS36 Del Lago Di Como E Dello Spluga

blocco

Tratto chiuso causa valanga nel tratto compreso tra 334 m dopo Incrocio Pianazzo - SS36 Diramazione..…

h 22.16: A1 Firenze-Roma

incidente

Incidente a Arezzo (Km. 358,5) in uscita in entrambe le direzioni dalle 21:43 del 12 dic 2017 co..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum