Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: l'inverno proverà o no a dire la sua?

Nei prossimi giorni una circolazione d'aria molto tiepida e mite, governerà il tempo dello stivale italiano, traghettandoci sino alle festività natalizie. Incertezza sull'evoluzione successiva.

In primo piano - 16 Dicembre 2014, ore 21.00

Situazione attuale: una circolazione d'aria instabile determina anche per la giornata odierna molti annuvolamenti e precipitazioni diffuse su diversi settori dello stivale. I fenomeni più vigorosi sul centro Italia e su parte del meridione, dove non sono mancate diverse manifestazioni temporalesche associate a rovesci e temporali. Nuvoloso sulle regioni del nord, con precipitazioni scarse e temperature un po' più fredde.

Tempo di anticiclone. 

Nei prossimi giorni una zona d'alta pressione interesserà l'Italia, determinando condizioni atmosferiche generalmente buone, accompagnate tra l'altro da valori termici che in questa sede risulteranno particolarmente miti. A livello mediterraneo questa parentesi di grande mitezza, sarà determinata da un rinforzo della corrente occidentale che prenderà a scorrere vivace alle medie latitudini europee. Il trasporto di aria tiepida oceanica sarà in questa sede particolarmente spiccato. L'alta pressione risulterà distesa lungo i paralleli dell'Europa meridionale, convogliando masse d'aria di origine medio atlantica sino al Mediterraneo centrale.

L'Italia ne verrà direttamente interessata, sperimentando condizioni atmosferiche generalmente orientate al tempo buono. Non mancheranno alcuni disturbi principalmente legati al transito di veloci perturbazioni i cui effetti principali saranno circoscritti al di là delle Alpi, portando però a modeste conseguenze anche sul nostro territorio attraverso fugaci e temporanei passaggi nuvolosi senza conseguenze precipitative. Uno di questi passaggi riguarderà l'Italia tra sabato 20 e domenica 21, scivolando con grande rapidità verso il settore balcanico e lambendo i versanti adriatici (clicca sulle immagini per ingrandirle).

Per quanto riguarda l'evoluzione successiva, questa sera carte e modelli di previsione regalano una chance d'inverno anche per l'Europa, con tempi di realizzazione che dovrebbero compiersi a partire dalle ultime giornate dicembrine.

A livello generale emisferico, potrebbero essere principalmente due i pattern circolatori possibili entro il termine della mensilità attuale; entrambi all'origine molto simili ma con effetti completamente differenti sul tempo dell'Europa.

- il primo sarebbe legato alla presenza di una NAO negativa ed una EA (East Atlantic Index) positiva. In questo frangente il risultato finale sarebbe quello d'avere "antizonalità", cioè un movimento delle masse d'aria da est verso ovest ,ma circoscritto su latitudini estremamente alte. Sull'Europa meridionale tenderebbe a mantenersi una circolazione occidentale. Si proseguirebbe quindi sulla falsariga delle condizioni attuali ed una generale assenza di freddo sull'Europa meridionale.

- il secondo comprenderebbe una NAO negativa, (quindi la tendenza ad avere aree di alta pressione sull'oceano Atlantico settentrionale) ed una EA anch'essa negativa che favorirebbe al contrario l'elevazione dell'anticiclone delle Azzorre, la formazione di un blocking sull'oceano con possibili risvolti freddi e perturbati sul nostro continente.


Per adesso lo ricordiamo, il primo scenario risulta un po' più probabile rispetto al secondo.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum