Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: l'instabilità si attenua al centro-sud, poi...

Nei prossimi giorni il territorio italiano tenderà ad essere marginalmente interessato da una circolazione d'aria più instabile proveniente dall'oceano Atlantico. Questa depressione rappresenterà per noi un'arma a doppio taglio, a seconda dei suoi comportamenti dipenderanno le sorti del tempo atmosferico italiano atteso durante questa prima metà di ottobre.

In primo piano - 3 Ottobre 2014, ore 20.30

Situazione attuale: ancora una giornata di tempo buono su quasi tutto il territorio italiano. Fanno eccezione le regioni meridionali, laddove è andata ancora concretizzandosi l'azione instabile determinata dalla presenza di aria un po' più fresca alle quote superiori. Particolarmente interessate dai fenomeni, la Sicilia, Puglia, Basilicata e Marche. Altrove il soleggiamento ha prevalso in modo deciso sugli annuvolamenti e le temperature sono risultate attestate su valori decisamente temperati. La ventilazione è stata debole ed il tempo particolarmente buono sia al mare che in montagna.

Il punto della situazione; l'instabilità si attenua al meridione ma ritorna a far capolino sulle regioni del nord.

Nelle prossime ore andrà ulteriormente attenuandosi l'azione fresca ed instabile che ha determinato anche oggi l'esplosione di alcune celle temporalesche sulle regioni meridionali. Da ovest tende a farsi largo una zona di alta pressione che tuttavia avrà una durata temporanea, quantomeno per quanto concerne il tempo atmosferico atteso al nord nel corso della prossima settimana. La presenza di una circolazione di bassa pressione centrata sull'oceano Atlantico, svolgerà infatti un ruolo fondamentale nella comprensione di quelli che saranno i comportamenti dell'atmosfera attesi sul nostro Paese nei prossimi 5-7 giorni.

In particolare nella prima metà della settimana prossima, le regioni settentrionali potrebbero essere parzialmente coinvolte dalla sopraccitata circolazione, sperimentando condizioni atmosferiche un po' più instabili. Questa situazione atmosferica troverà risposta nella presenza di un certo richiamo di venti meridionali che avrà come target proprio le regioni del nord.

La depressione avrà tuttavia notevole difficoltà ad avanzare in modo deciso verso il Mediterraneo, tenderà quindi ad arenarsi col proprio perno in prossimità del Regno Unito, mentre l'Italia potrebbe ricadere per l'ennesima volta sotto la protezione dell'anticiclone.

Volgendo lo sguardo alla seconda metà della prossima settimana, questa zona di alta pressione garantirebbe tempo buono sopratutto al centro ed al sud, mentre sulle regioni settentrionali di tanto in tanto qualche corpo nuvoloso sfrangiato potrebbe fare capolino da ovest, senza però avere grosse ripercussioni sotto il punto di vista precipitativo. Sarebbe quindi un trend sostanzialmente SECCO quello che ci accompagnerebbe anche in questa prima metà di ottobre, condizionato tra l'altro dalla persistenza di temperature piuttosto tiepide.

Per quale ragione la depressione faticherà ad avaznare verso il Mediterraneo?

La depressione farà fatica ad avanzare poichè andrà mancando l'alimentazione d'aria fredda di estrazione polare. Mancando l'apporto diretto di masse d'aria fredda artica lungo il lato discendente della bassa pressione, quest'ultima tenderà ad arenarsi in loco. In buona sostanza la depressione inglese altro non sarà che un grosso cut-off, cioè un minimo chiuso di bassa pressione non più alimentato dall'aria fredda proveniente dalla zona polare.

Sul finire della prossima settimana la depressione, dopo avere a lungo "parcheggiata" sul Regno Unito, tenderebbe ad essere riassorbita dal flusso alle alte latitudini, senza quindi riuscire a coinvolgere in modo netto il nostro Paese. In conseguenza di questo, continueremo a sperimentare condizioni di sostanziale stabilità con temperature miti sia al suolo che in quota, anche se potrebbe farsi strada un'impulso d'aria un po' più fresca ed instabile proveniente dai quadranti orientali. (Previsione da confermare)


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum