Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: l'estate proverà a metterci una pezza ma i risultati saranno incerti

Dopo questo ennesimo affronto all'estate mediterranea, il tempo atmosferico avvierà un lungo periodo di convalescenza con gli esiti ancora poco chiari.

In primo piano - 8 Luglio 2014, ore 20.00

Situazione attuale: ancora una giornata di diffusa instabilità che ha interessato il settentrione italiano, compresa anche una parte dei settori centrali. L'aria fresca affluita dall'Atlantico ha determinato temperature piuttosto fresche al nord, appena mitigate nelle località ove il sole ha prevalso sugli annuvolamenti. Per il resto la giornata è stata contraddistinta ancora una volta dai rovesci e dai temporali, meno intensi di ieri ma cmq diffusi a vari settori. Annuvolamenti sparsi anche nelle zone interne dell'Italia centrale con ampie schiarite lungo le coste tirreniche. Tempo più stabile segnatamente al sud.

Aria fresca ed instabile determinerà anche per la giornata di domani, diverse manifestazioni temporalesche soprattutto sulle regioni del nord. Un notevole valore termico di -20°C alla quota di 500hpa (circa 5500 metri) farà infatti breccia sui settori nord-occidentali, rinnovando ancora condizioni meteorologiche incerte, associate a temperature inferiori alla norma del periodo.

Tempo migliore sulle regioni centrali e meridionali con annuvolamenti sparsi qua e la, concentrati soprattutto nelle aree interne e montuose. Su queste due aree dello stivale la temperatura risulterà un po' più calda.

In seguito il tempo atmosferico intraprenderà un lungo percorso di convalescenza con lo scopo principale di "ricostruire" la stagione estiva partendo praticamente da zero. L'attività portata dalle depressioni nord-atlantiche allenterà la presa mentre al suo posto un modesto aumento di pressione e geopotenziale guadagnerà l'Europa occidentale ed il bacino del Mediterraneo.

Questo rappresenterà il punto di partenza di una stagione estiva sinora zoppicante e decisamente sottotono su molti settori d'Europa. Il modesto aumento della pressione sarà da attribuire all'espansione dell'anticiclone azzorriano sulle basse latitudini europee, un braccio anticiclonico tuttavia senza grandi pretese, accompagnato da valori termici molto lontani dall'intensa calura caratteristica di altre annate. La parte più intensa dell'alta pressione riguarderebbe soprattutto i settori occidentali dell'Europa mentre sull'Italia persisterebbe una sacca depressionaria in grado di rinnovare ancora episodi di instabilità questa volta relegati soprattutto alle aree interne e montuose lungo Alpi ed Appennino.

Sul finire della seconda decade la fase anticiclonica di stampo azzorriano verrebbe letteralmente "troncata" da una nuova ingerenza ciclonica di natura atlantica, pronta ad interessare i settori occidentali europei. Ancora incerto il destino dell'Italia anche se i settori settentrionali paiono ancora una volta essere coinvolti dalle spire della nuova circolazione depressionaria.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.53: A4 Torino-Milano

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Barriera Milano Ghisolfa (Km. 12..…

h 09.53: A14 Pescara-Bari

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Val Di Sangro (Km. 422) e Vasto Nord-Casalbordino (Km. 437,3) i..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum