Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: l'atmosfera si farà più movimentata nella seconda metà di ottobre?

In sintesi, ecco le ultime novità messe in luce dall'aggiornamento serale del MODELLO EUROPEO: potrebbe andare meglio ma potrebbe andare anche peggio, ci attende una seconda metà di ottobre con un po' più di variabilità ed i primi freddi alle porte del Mediterraneo.

In primo piano - 17 Ottobre 2017, ore 21.45

Con la trasformazione definitiva dell'Uragano Ophelia in una normale depressione extratropicale, si chiude ufficialmente la lunga fase di tempo STABILE che ha interessato gran parte d'Europa in questo scorcio di ottobre 2017. Su alcune delle nostre regioni è stata davvero una grande "ottobrata", non senza qualche preoccupazione indotta dalla scarsità di pioggia che da molti mesi attanaglia alcune delle nostre regioni. Giunti ormai nella seconda metà di ottobre, la circolazione atmosferica attesa nei prossimi giorni, dovrebbe presentare qualche spunto in più di interesse; mancheranno ancora le grandi precipitazioni organizzate ma vi saranno almeno un paio di passaggi in grado di riportare qualche fenomeno su limitate porzioni di territorio.

Tra domani, mercoledì 18 e giovedì 19 ottobre, il primo di questi impulsi determinerà un aumento della nuvolosità con qualche pioggia in vista per la Sardegna. Tra sabato 21 e lunedì 23 ottobre, una seconda perturbazione è prevista attraversare il bacino centrale del Mediterraneo e la Mitteleurope, portando con sè qualche precipitazione un po' più consistente, sarebbero coinvolte anche parte delle nostre regioni settentrionali e questa è senza dubbio una buona notizia. 

Volgendo lo sguardo al panorama atmosferico d'Europa, nella terza decade ottibrina ritroveremo una figura di alta pressione collocata in posizione anomala sulla Penisola Scandinava. Vi rarà un rallentamento della corrente a getto ed un generale indebolimento del Vortice Polare che avrà come effetto, una prima avvezione d'aria gelida artico-continentale sulla Russia. Questa stessa massa d'aria potrebbe poi scendere di latitudine, interessando i settori dell'erst Europa e forse la Penisola Balcanica, portandovi una diminuzione anche sensibile delle temperature.

Questo primo evento di freddo non sembrerebbe avere le carte in regola per spingere la sua influenza sino al nostro Paese, dove invece sarebbe assicurata la presenza di una figura altopressoria che tornerebbe ad interessarci marginalmente negli ultimi giorni di ottobre. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum