Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: l'aria atlantica torna a guadagnare punti su quella africana

Notizie abbastanza confortanti in merito all'intervento di una fase un po' meno calda nel corso di questa terza ed ultima decade di luglio. Tuttavia almeno in un primo momento, a beneficiarne sarebbero soprattutto le regioni settentrionali.

In primo piano - 22 Luglio 2015, ore 21.00

Situazione attuale: le prime infiltrazioni d'aria più fresca oceanica determinano i primi, intensi temporali che quest'oggi stanno colpendo i settori alpini e prealpini del Paese. Abbiamo registrato anche qualche episodio intenso. Focolai temporaleschi più isolati anche lungo l'Appennino. Altrove persistono condizioni di tempo buono, accompagnate da temperature elevate e sensazione di disagio che si protende anche nelle ore notturne.

La roccaforte dell'alta pressione mediterranea verrà forzata dall'aria più fresca oceanica.

Dopo molte giornate di intensa calura, intravvediamo finalmente una luce in fondo al tunnel, un'evoluzione della circolazione atmosferica europea che a piccoli passi trascinerà l'aria più fresca di origine atlantica sin verso il Mediterraneo. Tende infatti ad essere forzato il muro anticiclonico che oramai da molte giornate condiziona il tempo atmosferico del nostro Paese, "condannando" il Mediterraneo e l'Italia a sperimentare una fase prolungata di caldo intenso.

Con l'arrivo degli anni 2000', le smanie dell'anticiclone africano si sono dimostrate più rabbiose rispetto alle performances del collega azzorriano. Ci stiamo purtroppo abituando a vivere delle fasi di calura sempre molto intense e persistenti, anche se recentemente (soprattutto dal 2010 in avanti) abbiamo assistito anche ad alcuni ruggiti della vecchia circolazione oceanica che tende a manifestarsi inserita sia in un contesto anticiclonico, cioè attraverso l'alta pressione delle Azzorre, sia attraverso l'intervento delle masse d'aria fresche ed instabili apportatrici di temporali.

Un primo impulso d'aria instabile attraverserà le regioni settentrionali del Paese nel prossimo fine settimana (sabato 25 - domenica 26) portando con sè alcuni temporali ed un modesto calo della temperatura. Sarà da annoverare come il primo tentativo di rottura stagionale dopo un lungo periodo di anticiclone.

Un secondo e più intenso guasto del tempo riuscirebbe a penetrare sul Mediterraneo negli ultimi giorni di luglio. Il suo ingresso sarebbe senza dubbio agevolato dalla mancanza di ambito locale di un campo d'alta pressione realmente strutturato. Un tessuto anticiclonico indebolito proprio da diverse giornate consecutive di "limaggio" operato dal flusso di correnti occidentali che scorreranno vivaci sulla Mitteleurope.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 11.04: A9 Lainate-Chiasso

coda

Code per 3 km causa operazioni doganali nel tratto compreso tra Svincolo Di Como Sud (Km. 33,8) e..…

h 11.04: A24 Tratto Urbano

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Portonaccio - Galla Placidia (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum