Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: l'anticiclone porta un anticipo d'estate sul Mediterraneo, ma..

Uno sguardo alle condizioni atmosferiche attese in Italia nella prima decade di maggio; quanto oserà l'anticiclone africano? Sino a che punto arriverà a spingersi e quando potrebbe avvenire il suo tracollo?

In primo piano - 30 Aprile 2015, ore 21.00

Situazione attuale: giornata di tempo variabile lungo tutto il Paese, gli addensamenti più intensi sono stati relegati soprattutto alle aree interne e montuose dell'Appennino. Schiarite più ampie lungo le coste. Gli spazi più ampi di sereno sono stati protagonisti delle due isole maggiori e la Valpadana. Temperature ancora allineate alle medie del periodo con clima fresco e ventilato lungo le coste, leggermente più caldo nell'interno ma senza eccessi.

Rimonta dell'anticiclone africano sull'Italia.

Le prossime giornate saranno influenzate dalla graduale espansione dell'alta pressione africana lungo lo stivale italiano. Tale rimonta anticiclonica andrà a costituire un evento di risposta all'affondo di una depressione nelle basse latitudini dell'oceano Atlantico. Così facendo, aria molto calda nord-africana avrà libero sfogo verso latitudini più settentrionali, determinando un forte aumento delle temperature sui settori centrali ed orientali del Mediterraneo. Sull'Europa centrale ed occidentale, nonchè le aree occidentali del Mediterraneo, l'aria fresca di origine oceanica risulterà invece predominante, mantenendo condizioni di instabilità/variabilità anche in questa prima decade di maggio.

Come si comporterà l'anticiclone africano sull'Italia?

Come abbiamo più volte ribadito, l'espansione dell'alta pressione africana nella prima decade di maggio, rappresenta un evento abbastanza raro. La risalita della temperatura prospettata nei prossimi giorni da mappe e modelli di previsione, rappresenta un evento di assoluta rilevanza; in questa sede infatti, la colonnina di mercurio alla quota di 850hpa che, lo ricordiamo, si riferisce a circa 1500 metri, potrebbe toccare i +25°C sulla Sicilia e sulla Sardegna tra lunedì 4 e mercoledì 6 maggio.

Per quanto concerne il tempo delle regioni meridionali, al livello del suolo un simile profilo termico della colonna d'aria, potrebbe determinare valori sin verso i +40°C che farebbero capolino nelle zone più interne della Sardegna, soprattutto martedì 5 maggio. Altrove i valori termici spazierebbero dai +32 /+34°C delle zone interne, ai +20 / +22°C delle aree costiere. In questo caso l'aumento della temperatura sarebbe contenuto grazie all'effetto refrigerante portato dalle brezze marine.

Andrebbe meglio sulle regioni settentrionali, con valori termici che tra martedì 5 e mercoledì 6, potrebbero raggiungere localmente i +30°C nelle aree padane, +19 / +21°C lungo le coste.

Collasso dell'alta pressione? Quando, come e perchè?

L'alta pressione africana potrebbe essere una visitatrice soltanto temporanea dell'Italia.
A partire da giovedì 7 maggio infatti, le correnti più fresche ed instabili di origine atlantica, eroderebbero il tessuto anticiclonico a partire da ovest. Dopo l'impeto caldo africano quindi, sarebbe l'instabilità ad imporre la propria voce sullo stivale, dapprima al nord (giovedì 7 - venerdì 8) poi anche al centro sud (sabato 9 - domenica 10)

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum