Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: l'alta pressione ritorna protagonista del tempo atmosferico italiano, ma...

Un nuovo anticiclone ben presto protagonista del palcoscenico atmosferico mediterraneo: quanto durerà e quali conseguenze avrà sul tempo delle basse latitudini europee?

In primo piano - 8 Maggio 2015, ore 21.25

Situazione attuale: un impulso di instabilità ha portato diverse manifestazioni temporalesche sui settori settentrionali del Paese. Altrove il sole si è imposto senza troppi problemi, anche se locali addensamenti nuvolosi di tipo basso, hanno occultato il sole lungo le aree costiere del medio ed alto Tirreno. Le temperature come era nelle attese hanno fatto segnare un ribasso rispetto ai valori dei giorni scorsi, la ventilazione è risultata orientata dai quadranti meridionali.

Un nuovo anticiclone ben presto alla riscossa dell'Italia, ma per quanto?

L'arrivo del fine settimana segnerà un po' il termine ufficiale della parentesi anticiclonica di natura africana che ci ha interessati nelle giornate scorse, portando valori di tutto rispetto, soprattutto sulle regioni centrali e meridionali del Paese. L'arrivo d'aria più instabile potrà determinare segnatamente per questo fine settimana, qualche sporadico episodio di instabilità anche al centro ed al sud, prevalentemente concentrato nelle zone interne, mentre schiarite ampie prevarranno lungo le coste.

L'arrivo del nuovo anticiclone si farà sentire già nella giornata di domenica 10 maggio sulla Sardergna e sulle regioni nord-occidentali italiane. In questo frangente la radice subtropicale sarà presente soprattutto alle quote superiori, manifestandosi attraverso una risalita piuttosto sensibile dei geopotenziali sino ai valori tipici dell'estate, che si manifesterà sulla Penisola Iberica e la Francia sud-occidentale. Gli effetti di tale componente africana si manifesteranno proprio sui settori sopraccitati, dove le temperature tenderanno a salire sensibilmente, sino a raggiungere valori molto caldi. Sull'Italia e su buona parte del territorio francese, prevarrà invece la componente oceanica che limiterà l'impennata della colonnina di mercurio.

Il momento di massima espressione dell'anticiclone, dovrebbe consumarsi entro il lasso temporale compreso tra lunedì 11 e mercoledì 13 maggio, superata tale data potremo incorrere in una nuova ingerenza instabile portata dalle masse d'aria oceaniche.

Una situazione che potrebbe sfociare in un peggioramento deciso delle condizioni atmosferiche dapprima sulle regioni centro-settentrionali entro venerdì 15 e sabato 16 maggio. L'instabilità sarebbe associata ad un netto calo delle temperature in conseguenza del transito di un fronte. Tali condizioni di tempo instabile se non addirittura perturbato, si estenderebbero poi alle regioni meridionali entro domenica 17 maggio, momento in cui la circolazione ciclonica riceverebbe ulteriori contributi d'aria fredda provenienti dall'artico.

(evoluzione da confermare)


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum