Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: Italia terra di contesa tra l'anticiclone e le depressioni?

Col passare dei giorni l'anticiclone nord-europeo tenderà gradualmente ad attenuarsi, lasciando spazio alla probabile avanzata di alcune figure di bassa pressione il cui ruolo sul bacino del Mediterraneo è ancora incerto. Ecco in buona sostanza cosa potrebbe riservarci la prima metà di settembre.

In primo piano - 3 Settembre 2014, ore 20.00

Situazione attuale: i settori italiani orientali sono stati interessati dalla nuvolosità portata da una ritornante occlusa che ha determinato anche qualche precipitazione sparsa, generalmente di debole intensità. Tempo decisamente migliore sull'angolo nord-occidentale e lungo tutte le coste tirreniche dove hanno prevalso schiarite piuttosto ampie. Qualche temporale e delle isolate manifestazioni d'instabilità al meridione, buono sulla Sardegna. Atmosfera ventilata e fresca soprattutto sui settori orientali.

I venti orientali sull'Italia andranno attenuandosi gradualmente.

In queste ore lo stivale italiano è stato interessato dalla nuvolosità portata da una figura depressionaria collocata sulla penisola Balcanica. Una zona d'alta pressione è invece presente sui settori europei nord-occidentali e questo agevola l'intervento sul nostro Paese di una circolazione di venti tendenzialmente nord-orientale. Nei prossimi giorni la distensione dell'anticiclone verso il Mediterraneo, determinerà un progressivo miglioramento delle condizioni meteorologiche associate ad un aumento della temperatura avvertibile anche in quota. Il miglioramento del tempo sarà favorito anche dalla graduale attenuazione della stessa depressione che, non essendo più alimentata da ulteriori apporti d'aria fredda, evolverà in cut-off (minimo chiuso di bassa pressione) confinato ad est dell'Italia.

In seguito che cosa succederà?

Dando adito alle Ensemble su base ECMWF, cioè sulla media previsionale del centro di calcolo europeo, il periodo a cavallo tra la prima e la seconda decade di settembre potrebbe sancire l'inizio di un nuovo cambio di circolazione che sulle prime battute si manifesterebbe attraverso la graduale attenuazione del campo anticiclonico sul nord-ovest Europa. Un evento che farebbe ricadere questo settore del continente, nonché il vicino oceano Atlantico, sotto l'influenza di una nuova circolazione di bassa pressione.

Questa circolazione ciclonica andrebbe impadronendosi abbastanza facilmente dei settori europei occidentali (penisola Iberica), lasciando nell'incertezza il Mediterraneo e l'Europa centrale. Nonostante gran parte dei cluster risultino allineati nel prevedere la caduta del getto sull'Europa occidentale, molto diversi tra loro sarebbero gli scenari che ne potrebbero conseguire. In buona sostanza la saccatura potrebbe avanzare verso l'Italia dando così il via ad una nuova fase di tempo instabile a partire dai settori settentrionali, oppure potrebbe semplicemente restare sul posto, lasciando l'Italia nelle mani di una rimonta anticiclonica di origine mediterranea.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.03: T1-TRF.Bia Traforo Del Monte Bianco

coda

Code a Piazzale Lato Italiano (Km. 14,5) in direzione Chamonix dalle 17:57 del 19 giu 2018…

h 17.59: A56 Tangenziale Di Napoli

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Corso Malta (Km. 19,4) in entrata in direzione Pozzuoli dalle 17:54..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum