Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: importanti cambiamenti in vista dal primo lunedì di novembre

Anche le ultime previsioni emesse dal centro di calcolo europeo pongono risalto sull'arrivo di una fase instabile ed a tratti perturbata a partire dalle regioni settentrionali italiane, lunedì 3 novembre. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 29 Ottobre 2014, ore 20.25

Situazione attuale: ancora una giornata di grande soleggiamento sulle regioni settentrionali, laddove il cielo si è presentato libero da nubi ovunque. Tempo instabile sulle regioni centrali e meridionali dello stivale, con rovesci e temporali sparsi, concentrati soprattutto nelle regioni di mezzogiorno. La ventilazione è ancora tesa orientale al centro-sud, mentre tende ad attenuarsi al settentrione grazie alla vicinanza della roccaforte anticiclonica sull'Europa occidentale.

L'anticiclone lentamente invade la nostra penisola.

Sotto il punto di vista meteorologico, le prossime giornate saranno complessivamente positive. L'alta pressione andrà infatti distendendosi gradualmente dai settori occidentali del continente in direzione dell'Italia, dell'Europa centrale ed ovviamente del bacino centrale del Mediterraneo. L'azione di questa figura stabilizzatrice confinerà sempre più ad est l'influenza della circolazione d'aria fresca ed instabile che attualmente ancora interessa le regioni centro-meridionali italiane.

In questo frangente le condizioni atmosferiche in assoluto migliori, sono attese lungo i versanti tirrenici (specie del centro-nord) e le regioni dell'Italia settentrionale, mentre annuvolamenti persisteranno sino al prossimo fine settimana al meridione e sullo Jonio.

In seguito una minacciosa figura di bassa pressione insedierà il territorio italiano, avanzando inesorabile verso le nostre regioni.

L'entrata in campo di questa figura ciclonica troverà risposta nel ritiro dell'alta pressione dall'Europa in direzione dei settori atlantici settentrionali. La porzione occupata dall'alta pressione risiederà comunque in aperto oceano, distante dalle coste europee e questo agevolerà la discesa in gran carriera di una figura di bassa pressione ricolma d'aria fredda nord-atlantica.

Questa sera anche il centro di calcolo europeo pare confermare la linea di tendenza già enunciata nell'articolo relativo all'aggiornamento del modello americano. Previsioni concordi dunque, il bacino del Mediterraneo diverrebbe sede di una vasta figura ciclonica, direttamente alimentata dall'aria fredda in discesa dall'oceano Atlantico verso l'Inghilterra, la Francia e la penisola Iberica. La ventilazione sull'Italia andrebbe così disponendosi dai quadranti meridionali, determinando precipitazioni copiose tra lunedì 3 e mercoledì 5 novembre sulle regioni settentrionali e su parte di quelle centrali.

Tra giovedì 6 e sabato 8 novembre una fase perturbata sarebbe attesa anche sulle regioni di mezzogiorno.

Previsione in aggiornamento con nuove mappe e commenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.52: A1 Milano-Bologna

coda incidente

Code per 5 km causa incidente nel tratto compreso tra Nodo A1/A21 km 58 e Fidenza (Km. 90,4) in..…

h 10.51: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A4 Torino-Trieste:..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum