Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: il modello europeo CREDE nella SUPER DEPRESSIONE di metà mese

Una circolazione molto vasta ed organizzata di bassa pressione, potrebbe interessare il nostro stivale italiano entro la prima metà del mese di giugno, con effetti particolarmente eclatanti sul tempo atmosferico atteso al centro ed al nord. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 6 Giugno 2016, ore 21.10

Situazione attuale: condizioni residue di instabilità si manifestano durante le ore più calde del giorno attraverso la formazione di rovesci e temporali che prediligono soprattutto le zone più interne dell'Appennino. Belle schiarite assolate lungo le coste. Valori termici in salita soprattutto nei valori massimi, ventilazione debole/moderata a regime di brezza.

Una timida rimonta anticiclonica sul Mediterraneo ma l'Italia dovrà ancora fare i conti con l'instabilità. 

Proprio in queste ore una rimonta peraltro modesta dell'anticiclone sui settori occidentali d'Europa, determina un parziale miglioramento delle condizioni atmosferiche anche sul nostro Paese. Le nubi, i rovesci ed in temporali tendono infatti a rintanarsi nei settori più interni del nostro Paese, privilegiando in tal modo Alpi, Prealpi ed Appennino, mentre belle schiarite assolate si manifestano soprattutto lungo le coste e sulle due isole maggiori. Anche il quadro termico accenna finalmente una ripresa rispetto alla grande frescura delle scorse giornate. 

Uno sguardo al tempo previsto nella seconda metà della settimana; una nuova circolazione d'aria fresca da nord-est, quali effetti sulla nostra penisola?

La protezione offerta dall'alta pressione nei confronti dello stivale italiano sarà tuttavia effimera e poco efficace, dalla seconda metà della settimana corrente, una nuova, modesta circolazione d'aria INSTABILE da nord-est, troverà infatti via libera verso la Mitteleurope ed i settori centro-orientali del Mediterraneo, coinvolgendo quindi anche il nostro Paese. 

Ne sarebbero certamente più coinvolte le regioni centrali e meridionali, nonchè i versanti adriatici che tornerebbero ad essere interessati da rovesci e temporali sparsi che potranno sconfinare anche sulle pianure e sulle coste. L'aumento termico dei giorni precedenti subirà una nuova battuta d'arresto. Tra giovedì 9 e venerdì 10, nuove flessioni della colonnina di mercurio potranno anzi manifestarsi su alcuni settori della costa adriatica interessati dalle nubi più compatte.

Metà mese; controffensiva perturbata oceanica.

Volgendo lo sguardo al weekend sabato 11 e domenica 12 giugno, appare chiara la volontà dell'atmosfera nel voler ancora negare al nostro Paese una rimonta anticiclonica degna di tal nome; nonostante il periodo ormai avanzato, il tempo atmosferico sembra volersi riprendere con la forza quello che non ha potuto dispensare durante i lunghi mesi invernali che sono quest'anno stati caratterizzati dalla presenza spesso opprimente degli anticicloni. 

Strada spianata quindi alle correnti instabili di origine oceanica; un primo avamposto d'instabilità attraverserebbe le regioni settentrionali il prossimo fine settimana, ma "il piatto forte" di giugno potrebbe essere affidato ad una vasta e profonda depressione ricolma d'aria fredda polare-marittima che, tra lunedì 13, martedì 14 e mercoledì 15 giugno, farebbe breccia sul Mediterraneo senza troppi problemi.

Ad esserne interessate sarebbero soprattutto le regioni centrali e settentrionali, laddove potrebbero manifestarsi temporali anche intensi. Il transito di un fronte freddo molto attivo lascerebbe in eredità un tempo tutt'altro che estivo, nel quale i valori termici risulterebbero sotto la media stagionale. 

Conferme o smentite nei prossimi aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.17: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Dalmine (Km. 169,8) e Capriate (Km. 162,7) in direzione Milano..…

h 01.06: TG-BO Tangenziale Di Bologna

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Bologna Casalecchio (Km. 0,8) e Bologna S.Lazzar..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum