Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: il grande anticiclone in piena azione sul Mediterraneo

L'affondo di una saccatura sull'oceano Atlantico determina una nuova, potente risalita d'aria molto calda di origine subtropicale; quest'ultima sfruttando l'ambiente già surriscaldato dalla calura delle settimane precedenti, si espande senza troppi problemi sul bacino del Mediterraneo determinando un nuovo aumento della calura sull'Italia. Ecco le prospettive per i prossimi giorni.

In primo piano - 14 Luglio 2015, ore 21.00

Situazione attuale: l'alta pressione torna ad espandersi in modo più deciso sul nostro Paese, determinando un aumento delle temperature sia al suolo sia in quota, con uno scarto termico di circa un paio di gradi rispetto alla giornata di ieri. Gli addensamenti sulle regioni settentrionali si sono definitivamente attenuati, lasciando in eredità una giornata calda e soleggiata su tutto il nostro territorio. Ventilazione ovviamente debole, mari poco mossi.

Una settimana all'insegna del sole e del caldo.

Giungono continue conferme in merito l'arrivo sul nostro Paese di un nuovo anticiclone ricolmo d'aria calda a tutte le quote. Rallenta infatti la corrente a getto occidentale che ha portato qualche giornata di regime anticiclonico azzorriano. Adesso tocca nuovamente all'alta pressione africana riprendere in mano la situazione, costringendo la nostra penisola, nonchè il bacino del Mediterraneo, a vivere una situazione di persistente calura, agevolata anche dalla lunghezza delle giornate e dalla potenza dell'irraggiamento solare che raggiunge la superficie da un sole ancora molto alto nel cielo.

Il picco termico alla quota di 850hpa (circa 1500 metri) verrà toccato nella seconda metà della settimana. Secondo quest'ultimo aggiornamento del modello europeo, il picco dell'ondata calda investirebbe appieno i settori centrali e meridionali della penisola. Al settentrione le temperature saranno circa un paio di gradi inferiori al resto del Paese, attestandosi comunque su valori molto elevati.

Un po' di instabilità lungo l'arco alpino e prealpino.

Con l'arrivo del fine settimana ci attendiamo qualche modesta manifestazione temporalesca pomeridiana e serale lungo le Alpi e le Prealpi. L'aria più fresca di origine oceanica transiterà infatti a due passi dall'Italia, investendo appieno l'Europa centrale. Il resto del Paese non dovrebbe comunque sperimentare alcuna conseguenza.

Uno sguardo al lungo termine.

La via d'uscita a questa persistente ondata di caldo, potrebbe arrivare da una saccatura, cioè una figura di bassa pressione alimentata da aria assai più fresca nord-atlantica che negli ultimi giorni di luglio proverebbe ad avvicinarsi al nostro Paese. Sarebbero dapprima coinvolti i settori occidentali d'Europa con particolare riferimento alla Penisola Iberica, in seguito l'instabilità potrebbe (forse) estendersi anche ai settori centrali europei e l'Italia settentrionale.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.14: SP3e(RM) Via Ardeatina

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Incrocio Castel di Leva e Incroc..…

h 08.13: Roma Via del Casale di San Pio V

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso sulla Via del Casale di San Pio V…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum