Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: grande variabilità di fine febbraio

La circolazione atmosferica prevista per i prossimi giorni a livello italiano ed europeo, risentirà ancora una volta della persistenza dell'alta pressione sull'Europa occidentale. L'Italia verrà a tratti coinvolta da flussi di correnti nord-occidentali discendenti lungo il fianco orientale dell'alta pressione oceanica. Ecco le conseguenze.

In primo piano - 18 Febbraio 2015, ore 21.00

Situazione attuale: giornata di tempo buono su quasi tutto il Paese ad esclusione delle estreme regioni meridionali, ancora alle prese con la residua nuvolosità legata alla vecchia circolazione depressionaria. Occasionali banchi di nebbia nottetempo ed al primo mattino sulla Valpadana e le valli interne. Un po' di freddo al mattino e durante la notte, più tiepido al pomeriggio e durante le ore centrali della giornata. Ventilazione ancora tesa, prevalentemente settentrionale.

Anticiclone sulla nostra penisola, nuovo cambiamento nel weekend.

In queste ore la nostra penisola risulta ancora interessata da un campo di alta pressione che raggiungerà un picco massimo di intensità entro la giornata di domani, giovedì 19 febbraio. Con l'arrivo del prossimo fine settimana (sabato 21 - domenica 22) una nuova figura di bassa pressione tenderà a scavarsi sul bacino del Mediterraneo, determinando un peggioramento delle condizioni atmosferiche sull'Italia.

Attualmente rimangono ancora invariate le probabilità d'avere un coinvolgimento più diretto delle regioni settentrionali da parte della perturbazione che verrà a crearsi sui nostri mari. La posizione dell'anticiclone oceanico perennemente sbilanciata verso i settori occidentali dell'Europa, determinerebbe in ogni caso lo sprofondamento della figura di bassa pressione verso il basso Mediterraneo, dopo un iniziale coinvolgimento delle regioni settentrionali, il vortice depressionario andrebbe concentrando nubi e fenomeni soprattutto sul Mezzogiorno d'Italia. Attenzione però, prima di dichiarare con ragionevole certezza una o l'altra linea di tendenza, preferiamo attendere la giornata di domani.

Volgendo lo sguardo all'evoluzione successiva, la circolazione atmosferica seguiterebbe ad essere di tipo nord-occidentale, alternando nel giro di breve tempo, veloci impulsi di instabilità con effimeri promontori d'alta pressione. Nubi e precipitazioni sarebbero concentrati soprattutto sui settori centro-meridionali dello stivale, ma non sarebbe da escludere neppure un coinvolgimento dei settori settentrionali, reso più difficile dalla posizione spesso invasiva dell'anticiclone delle Azzorre disteso sulla Penisola Iberica. Il contesto termico resterebbe improntato su valori freschi/moderatamente freddi, fasi tiepide soprattutto nelle giornate più anticicloniche.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum