Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: cambio di registro sulla circolazione atmosferica europea, quali conseguenze?

Dopo giorni e giorni di tempo perturbato, compare finalmente una luce in fondo al tunnel: sull'Europa interverrà infatti un campo d'alta pressione foriero di tempo abbastanza buono. Incertezza sul lungo termine.

In primo piano - 17 Novembre 2014, ore 20.45

Situazione attuale: l'Italia si è ritrovata ancora oggi protagonista di una fase di tempo perturbato che ha dispensato nuovi carichi di precipitazioni sulle regioni centrali e settentrionali. Particolarmente colpite le regioni del versante tirrenico, piogge abbastanza copiose anche sul nord-est italiano. L'arrivo dell'aria fredda si fa sentire, soprattutto sui settori centrali e settentrionali del Paese, la colonnina di mercurio è scesa di alcuni gradi, nevicate diffuse lungo le Alpi, mediamente oltre i 1200 metri di quota. Ventilazione moderata variabile con tendenza a Tramontana sul mar Ligure, meridionale altrove.

Ancora un po' di instabilità nord-atlantica, poi l'anticiclone.

La ferita aperta dall'aria fresca nord-atlantica sul Mediterraneo, impiegherà almeno un paio di giorni prima di rimarginarsi in modo definitivo. La prima metà della settimana vedrà ancora condizioni tendenzialmente instabili sul nostro stivale, seppur con la tendenza ad un lento ma graduale miglioramento del tempo che inizierà a farsi strada già dalla prossima notte sulle regioni nord-occidentali. L'aria fresca sopraggiunta dall'oceano Atlantico settentrionale ha finalmente consentito alle temperature di scendere sino a valori consoni con il periodo stagionale in atto, traghettandoci ufficialmente nella parte avanzata dell'autunno.

L'aumento della pressione che andrà prendendo consistenza dai settori occidentali del Mediterraneo, chiuderà una volta per tutte questa lunga e tormentata parentesi di tempo perturbato.

L'arrivo della terza decade novembrina, vedrà l'entrata in scena di nuovi protagonisti intenzionati a recitare la loro parte sullo scacchiere barico europeo. A tal proposito l'anticiclone previsto in Europa dalla seconda metà della settimana, avrà una struttura piuttosto complessa: i massimi anticiclonici al livello del suolo andranno infatti a collocarsi sui settori europei centro-orientali, favorendo un certo raffreddamento termico sull'Europa dell'est (sino ai Balcani), la parte calda piazzerà radici sul Mediterraneo centro-occidentale, la penisola Iberica orientale e la Francia.

L'Italia verrà a trovarsi nel bel mezzo di queste due grandi realtà, sperimenteremo dalla seconda metà della settimana, condizioni atmosferiche anticicloniche ma in un contesto eolico leggermente orientale, con l'arrivo delle prime potenti inversioni termiche su pianure e valli, compresa ovviamente la Valpadana.

L'anticiclone potrebbe in seguito essere soppiantato dall'arrivo di una nuova depressione dall'oceano Atlantico entro mercoledì 26 - giovedì 27 novembre. Su quest'ultimo punto occorrono tuttavia ulteriori conferme.


Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.02: SS28 Del Colle Di Nava

catene sdrucciolevole

Traffico in aumento, ghiaccio a 2,103 km prima di Incrocio Nucetto (Km. 60,5) in entrambe le dire..…

h 16.59: SS318 Di Valfabbrica

rallentamento snow

Traffico rallentato, nevicata nel tratto compreso tra 3,751 km dopo Incrocio SS219 Gubbio E Pian D'..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum