Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: aprile si traveste da giugno, tuttavia a lungo termine...

Ondata precoce di caldo, porta con sè valori termici eccezionali su una larga fetta d'Europa. Entro la fine del mese, le correnti atlantiche tenteranno un nuovo attacco al nostro continente.

In primo piano - 20 Aprile 2018, ore 21.30

Potremo quasi definirle pagine di storia quelle che si stanno consumando in questi giorni sul nostro continente; un feroce anticiclone gonfiato dalle masse d'aria calde di origine subtropicale, determina valori di temperatura assai elevati su gran parte del continente. In alcuni casi sono stati rotti addirittura dei record decennali. Ne parliamo  approfonditamente qui: http://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/anomala-ondata-di-caldo-sull-europa-una-perturbazione-compare-dal-cilindro-a-fine-mese/72753/.

Nelle prossime ore, la bolla d'aria molto calda tenderà a trasferirsi gradualmente verso il Mediterraneo; da un lato questo spostamento dei massimi anticiclonici sui nostri mari, determinerà una attenuazione della ventilazione nord-orientale favonica, responsabile dei valori termici elevati che si stanno verificando lungo le coste tirreniche, il caldo concederà però una tregua esclusivamente su questi settori che torneranno ad essere interessati dalle brezze refrigeranti marine.

Nelle zone interne del centro Italia e sulla Valpadana, le temperature continueranno a rimanere elevate ancora per alcuni giorni, almeno sino a giovedì 26. Anzi l'apice di caldo alla quota di 850hpa (circa 1500 metri), verrà toccato proprio tra lunedì 23 e giovedì 26 aprile ed è pertanto plausibile che nelle zone lontane dal mare a clima più continentale, possano ancora essere registrati valori di caldo assolutamente ragguardevoli.

Un cambiamento delle condizioni atmosferiche verso scenari più instabili e di conseguenza anche più freschi, resta a questo punto confinato agli ultimi giorni di aprile, quando i modelli evidenziano una nuova ripresa della circolazione occidentale che potrebbe anticipare qualche nuova perturbazione. Questo corpo nuvoloso viene identificato dal modello europeo tra sabato 28 e lunedì 30 aprile e trascinerebbe al suo seguito, masse d'aria ben più fresche di origine nord-atlantica. 

La previsione rimane ovviamente da confermare. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum