Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: appare un cambiamento sul finire della seconda decade novembrina

Poche le novità in vista sul nostro Paese in questo scorcio di novembre; l'alta pressione continuerà infatti a fare buona guardia al nostro Paese, con un cambiamento delle condizioni atmosferiche tra il termine della seconda e l'esordio della terza decade novembrina.

In primo piano - 9 Novembre 2015, ore 21.00

Situazione attuale: un campo di pressioni alte e livellate garantiscono condizioni atmosferiche votate al tempo stabile su tutto il nostro Paese. Il profilo termico risulta particolarmente mite sia nelle pianure (dove le temperature hanno anche superato i 20°C) sia alle quote montagna. Lo spostamento dei massimi anticiclonici verso il Mediterraneo, porta al rinforzo di una debole ventilazione meridionale, una risacca che accumula annuvolamenti di tipo basso lungo le coste del versante tirrenico.

Focus Mediterraneo; regime di pressioni alte e livellate.

Gran parte della seconda decade novembrina, vedrà ancora alla ribalta un potente anticiclone protagonista della scena atmosferica europea. Aria molto tiepida continuerà infatti ad affluire dalle medie latitudini dell'oceano Atlantico sino al Mediterraneo, costituendo una figura abbastanza importante di alta pressione. Questa fascia di pressioni alte e livellate, subirà numerose fasi di rigenerazione, persistendo sul Mediterraneo ancora diversi giorni. In questa sede previste temperature sopra la media del periodo.

Focus nord Europa; persiste la ventilazione zonale occidentale.

Mentre sull'Europa mediterranea l'anticiclone garantirà un periodo duraturo di stabilità atmosferica, sui settori europei settentrionali (Regno Unito - Penisola Scandinava) il flusso molto teso di venti occidentali ricchi di umidità, trascineranno con sè frequenti perturbazioni, intervallate l'una dall'altra da fugaci schiarite. Anche qui le temperature saranno allineate su valori abbastanza miti.

L'angolo di freddo sull'estremo nord-est europeo.

L'eccezione già menzionata nell'articolo del pomeriggio, riguarda il tempo previsto sugli estremi settori nord-orientali d'Europa, riferendoci soprattutto al nord della Russia ed alla parte più orientale della Penisola Scandinava. Su queste zone tenderà a consolidarsi un'area di alta pressione cosiddetta "termica", provocata cioè dall'accumulo di aria fredda negli strati prossimi al suolo. La mitezza delle correnti occidentali faticherà a penetrarvi, il freddo potrà così conservarsi anche nel lungo periodo.

Lungo termine: un punto di svolta tra il termine della seconda e l'esordio della terza decade novembrina.

Da giovedì 19 novembre in avanti, un'ondulazione più pronunciata delle correnti occidentali potrebbe agevolare la strutturazione di una figura depressionaria più organizzata. Tutto prenderebbe il via da una discesa abbastanza importante d'aria fredda che riguarderebbe soprattutto l'oceano Atlantico, dove i venti proverrebbero dai quadranti settentrionali.

L'Italia verrebbe pertanto interessata dal richiamo d'aria umida e mite di estrazione Mediterranea che in questo caso avrebbe una spiccata curvatura ciclonica, trasportando con sè un corpo nuvoloso foriero di precipitazioni soprattutto al centro ed al nord. Sarebbero più esposti i versanti tirrenici.

Previsione da confermare.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.38: SS212 Della Val Fortore

rallentamento

Traffico rallentato, maltempo nel tratto compreso tra 5,518 km dopo Incrocio Benevento - SS88 - Rac..…

h 18.37: A56 Tangenziale Di Napoli

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Fuorigrotta (Km. 10,6) e Corso Malta (Km. 19,4)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum