Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: analisi sul tempo previsto a Pasqua e Pasquetta

La seconda metà di aprile potrebbe sancire una modifica abbastanza sostanziale nella disposizione delle figure di alta e bassa pressione sull'Europa. Ecco le conseguenze sul tempo italiano con una attenzione particolare alle festività di Pasqua.

In primo piano - 11 Aprile 2017, ore 21.45

Situazione attuale: l'alta pressione ancora protegge efficacemente il nostro territorio nazionale, anche se nelle ultime 24 ore dobbiamo segnalare un aumento della nuvolosità di tipo basso sulle coste dell'alta Toscana e della Liguria, laddove ritroviamo attiva una debole risacca di venti meridionali. Per il resto abbiamo ben poco da segnalare, addensamenti di nubi alte e sottili hanno interessato l'arco alpino, senza conseguenze, nuvolosità cumuliforme si è sviluppata nelle ore pomeridiane sulle zone interne e montuose, associata a qualche rovescio di pioggia o breve temporale. Valori termici ovunque molto miti. 

Appare questa sera CONFERMATO un cambiamento almeno parziale della circolazione sull'Europa a partire dalla seconda metà di aprile. L'alta pressione tenderebbe infatti ad isolarsi sull'Iberia e sull'oceano Atlantico, lasciando il nostro continente in balia di una circolazione d'aria più fredda ed instabile di origine ARTICA. Da questo punto di partenza, il pattern potrebbe essere suscettibile di modifiche anche importanti; infatti allo stato attuale restano in gran parte ignote quelle che saranno le traiettorie finali della massa d'aria fredda sul nostro complicato territorio continentale.

Al momento i settori orientali sembrerebbero essere quelli favoriti dal raffreddamento più deciso delle temperature, particolarmente sensibile in quota. Parte di quest'aria fredda potrebbe infine dilagare sul Mediterraneo, i settori più colpiti sarebbero quelli dell'Egeo, la Grecia e la Turchia, più incerto il coinvolgimento dello stivale italiano, con maggiori chances per le aree affacciate al versante Adriatico e sul settentrione. 

PASQUA e PASQUETTA: il ritiro dell'alta pressione dal Mediterraneo inizierebbe a manifestarsi proprio sotto il periodo pasquale, anche se il calo della temperatura e l'entrata in scena del periodo instabile/freddo si verificherebbe soltanto in un momento successivo. La festività trascorrerebbe sotto condizioni atmosferiche ancora accettabili, anche se nei bassi strati, il rinforzo di una ventilazione meridionale lungo il Tirreno, porterebbe con sè ancora addensamenti di nubi basse. nuvolosità farebbe capolino lungo la fascia alpina, con possibili precipitazioni. Nubi alte e sottili farebbero capolino qua e là lungo il nostro territorio, regalandoci un paio di giornate nel complesso godibili ma certamente non perfette. 

L'evoluzione successiva porterebbe con sè un raffreddamento più deciso della temperatura ed una accentuazione dell'instabilità. (martedì 18 - giovedì 20 aprile). 

Conferme o smentite nei prossimi aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum