Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: a piccoli passi verso il solleone e poi?

Aria calda di origine subtropicale tenderà gradualmente ad invadere il bacino centrale ed orientale del Mediterraneo, investendo in pieno anche l'Italia che di conseguenza sperimenterebbe condizioni di tempo stabile e progressivamente più caldo.

In primo piano - 3 Giugno 2014, ore 19.30

Situazione attuale: L'Italia risulta ancora interessata da un campo di pressioni livellate, una sorta di "palude barica" che garantisce ancora il fiorire di cumulonembi associati a rovesci e temporali soprattutto nelle ore pomeridiane a ridosso dei rilievi montuosi. Le temperature rimangono ancora su livelli gradevoli con atmosfera ventilata e brezze refrigeranti soprattutto lungo le coste. Nella giornata di domani, mercoledì 4 giugno, un piccolo cavo d'onda transiterà sulle regioni settentrionali determinando ancora qualche temporale. Dal prossimo fine settimana potrebbe infine scattare l'ora del SOLLEONE

Ecco tutti i dettagli.

Il tempo previsto sino a venerdì 6 giugno, in sintesi: durante questa prima settimana di estate meteorologica assisteremo al passaggio dell'ultima scodata d'instabilità portata sui nostri settori da infiltrazioni residue di aria più fresca atlantica. Qualche temporale si manifesterà quindi durante le ore pomeridiane e serali di mercoledì 4, segnatamente sulle regioni settentrionali mentre altrove l'instabilità tenderà a farsi meno accentuata, relegata ai settori interni dell'Appennino. Tempo in miglioramento con tendenza a ripresa delle temperature tra giovedì e venerdì.



L'arrivo dell'anticiclone africano: dopo essersi fatto desiderare per lungo tempo, il clima caldo estivo diventerà ben presto una realtà lungo tutto lo stivale italiano. A partire dal prossimo fine settimana è attesa infatti una rimonta d'aria calda con caratteristiche di persistenza. Essa si farà gradualmente strada sul bacino del Mediterraneo, determinando un aumento graduale della temperatura. In questo contesto ci attendiamo tempo buono e temperature in aumento già dal prossimo weekend. Inizialmente avremo a che fare con caldo moderato seguito da notti ancora fresche e temperature abbastanza tollerabili, la vera ondata di calore interverrà solo da domenica 8 giugno, determinando temperature piuttosto elevate, spesso sopra i 30 gradi ad eccezione delle coste.

La fase più intensa dell'ondata calda dovrebbe protrarsi almeno sino martedì 10 giugno, superata tale data il modello inglese ECMWF mette in evidenza una parziale attenuazione della bolla calda anticiclonica che probabilmente porterà ad una temporanea accentuazione dell'instabilità lungo i rilievi alpini ed appenninici. Oltre a questi modesti e limitati effetti non si dovrebbe andare, anzi una nuova rimonta di alta pressione sarebbe pronta a far breccia sullo stivale iniziando la sua distensione questa volta partendo dai settori occidentali europei verso oriente.

Focus a lunghissimo termine: uno sguardo verso la metà mese lascia presagire ben poche novità. Dal modello inglese viene evidenziata una certa migrazione a levante di quella che pare preannunciarsi a tutti gli effetti come la seconda onda di calore del mese di giugno, ben evidenziata dalla cartina di previsione qui pubblicata, relativa a giovedì 12 giugno.

Superata questa seconda fase anticiclonica ci lasceremo alle spalle un'atmosfera surriscaldata da diverse giornate di grande solleone. Sul comparto europeo occidentale sembrerebbe farsi strada una figura di bassa pressione che, qualora dovesse fare breccia sul nostro territorio potrebbe determinare temporali molto intensi. Il suo avanzamento verso levante sarebbe agevolato dalla presenza dell'anticiclone oceanico arroccato di fronte le coste occidentali europee, una presenza dimessa ma sufficiente a fornire la spinta necessaria all'arrivo della figura di bassa pressione sin verso il nostro territorio (settori settentrionali).  Questa previsione necessita ancora di numerose conferme.
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum