Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: a metà strada tra l'inverno e l'autunno

L'EUROPA ancora sotto assedio delle circolazioni occidentali provenienti dall'Oceano Atlantico. Vi sarà però spazio anche per qualche fase invernale con possibilità di nevicate a quote modeste soprattutto sul centro Italia (sabato 20, domenica 21).

In primo piano - 15 Gennaio 2018, ore 21.50

Per inquadrare al meglio la situazione atmosfera prevista in Europa nel prossimo futuro, dobbiamo tenere conto ancora di una modesta attività delle correnti instabili oceaniche, le quali troveranno sull'Europa una valvola di sfogo ideale. Un ramo della corrente a getto nelle prossime ore trascinerá una attiva circolazione depressionaria ricolma d'aria fredda polare marittima al suo interno. Gli effeti instabili portati da questa massa d'aria saranno però principalmente indirizzati ai settori della Mitteleurope mentre il Mediterraneo verrà coinvolto marginalmente da alcuni sistemi perturbati che distribuiranno precipitazioni abbondanti solamente sui settori confinali delle Alpi (Marittime e Valdostane).

Del passaggio di queste perturbazioni potremo accorgercene soltanto attraverso la rotazione del vento dapprima di Libeccio (Martedì 16 e Mercoledì 17 ) poi di Maestrale (Giovedi 18 gennaio), nuovamente da Libeccio venerdi 19, per poi girare ancora dai quadranti settentrionali dal prossimo weekend. Almeno sino a venerdì la temperatura avrà carattere altalenante, con scarti termici considerevoli che però si faranno sentire soprattutto al nord ed alle quote superiori. Scarse le precipitazioni ad esclusione dei settori alpini sopraccitati e dello stau lungo i versanti tirrenici dell'Appennino, nelle fasi in cui soffierá il Libeccio (con accumuli però modesti). 

Dal prossimo fine settimana (sabato 20, domenica 21) ecco farsi strada una nuova, modesta pulsazione dell'alta pressione sull'oceano Nord Atlantico; anche in questo caso però il blocco anticiclonico non pare intenzionato a resistere allo scorrere del tempo, senza quindi essere in grado di generare sull'Europa una reiterazione delle masse d'aria fredde tale da generare disegni invernali con caratteristiche di durata. Proprio nel fine settimana il nuovo raffreddamento artico porterebbe delle precipitazioni lungo i versanti di medio e basso Adriatico, laddove i modelli iniziano ad inquadrare la formazione di un minimo di bassa pressione. Al nord il contesto risulterebbe piuttosto secco. 

A lungo termine appare probabile un nuovo addolcimento delle temperature portato dall'ingerenza delle correnti occidentali sull'Europa e con esse la probabile conclusione dell'episodio instabile a carattere freddo anche sul nostro Paese.

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.33: A1 Firenze-Roma

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Valdarno (Km. 335,8) e Arezzo (Km. 358,5) in direzione Roma da..…

h 08.33: A1 Diramazione Roma Sud

coda

Code per 1 km causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Svincolo Di Torrenova (K..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum