Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultima settimana di giugno: l'alta pressione ha lasciato il segno

La presenza massiccia dell'anticiclone ha favorito il ritorno di condizioni climatiche prettamente estive su tutta la nostra Penisola, con scarsità di precipitazioni e temperature alle stelle

In primo piano - 1 Luglio 2008, ore 10.12

Dopo averci "viziato" con il suo andamento lento (tanto fresco, forse fin tropo al nord), l'estate, quella più dura e asfissiante, è esplosa tutta d'un colpo nell'ultima settimana del mese. L'alleanza tra alte pressioni ha infatti preso in consegna le redini del tempo sul bacino del Mediterraneo e sull'Italia facendoci riassaporare il caldo fino a quel momento tanto atteso. Ma, giunto il caldo, ecco subito l'insoffererenza e le preoccupazioni. Qualcuno ha addirittura tirato fuori lo scioglimento dei ghiacci polari. In realtà la fiammata anticiclonica altro non è se non una normale caratteristica dell'estate italica, contraddistinta da alterne ondate di calore inframezzate da successive rinfrescate. Ebbene l'ultima settimana di giugno, presa a sè stante, parrebbe viaggiare sotto la falsariga delle stati precedenti, tormentate da un'egemonia anticiclonica onnipresente. La mappa delle anomalie evidenzia infatti una enorme macchia rossa sul Mediterraneo e sull'Europa centro-meridionale, sintomo di un caldo sopra la norma. Le temperature su questi settori, Italia compresa, si sono attestate mediamente tra i 3 e i 5°C oltre le medie stagionali, con punte fino a 7°C sulle regioni di nord-est. Più fresche della norma invece le regioni scandinave sulle quali è andata a sfogarsi la scia depressionaria sfuggita alla spinta anticiclonica. Discorso analogo per quanto riguarda le precipitazioni. Solo poche gocce, cadute probabilmente a causa di locali manifestazioni temporalesche, tra Veneto, est Lombardia ed Alto Adige. Per il resto è stato il secco più assoluto a dominare la scena italiana. Un po' meglio è andata sull'Europa centrale, interessata a più riprese da episodi temporaleschi talora anche violenti, come accaduto in Germania. E' stata però l'Austria a vantare in questo frangente gli accumuli piovosi maggiori.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum