Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultima decade di ottobre: modelli mettetevi d'accordo...

Notevole divergenza di scenari tra i maggiori modelli a nostra disposizione, soprattutto per l'ipotesi di peggioramento di mercoledì 23. Siamo andati a raccogliere i punti in comune per stilare la prognosi più probabile.

In primo piano - 17 Ottobre 2013, ore 12.00

 Americani, inglesi, canadesi: quando si parla di modelli di simulazione, quelli che adoperiamo ogni giorno per comprendere che tempo farà sul nostro Paese, possono emergere a volte alcune visioni differenti sull'evoluzione, soprattutto a medio-lungo termine. E' il caso dell'ultima decade di ottobre e in particolare del passaggio che avverrà a metà della prossima settimana, ovvero tra il 23 e il 24 ottobre.

Prendiamo ad esempio il modello americano: lo scenario più probabile ipotizza lo sfondamento di un'ansa depressionaria sul Mediterraneo centrale e l'ingresso sul nord Italia di una perturbazione dalla Francia. Ne deriverebbe un serio peggioramento sul nostro settentrione, con particolare riferimento al nord-ovest (soprattutto la Liguria) ma anche sull'alto Tirreno (in particolare la Toscana). Il maltempo, seppur attenuato, andrebbe a coinvolgere anche il resto dell'Italia nei giorni successivi, in particolare venerdì 25 e sabato 26.

Andiamo ora a vedere il modello inglese: stesso giorno scenario completamente differente. Vero è che si nota comunque un calo della pressione sul nostro settentrione, ma oltre a passaggi nuvolosi irregolari non si intravvedono condizioni per precipitazioni di un certo peso. In altre parole l'inglese da più affidamento ad una resistenza strenua da parte dell'anticiclone, il quale riprenderebbe infatti a gonfiarsi pesantemente già da giovedì 24.

Modello canadese: più vicino a quello amerciano, inquadra un guasto tra mercoledì 23 e giovedì 24, ma torna  ad accostarsi all'inglese a partire da sabato 26, quando ripiazza l'anticiclone sull'Italia.

Insomma chi avrà ragione? Andiamo  aprendere i punti in comune: il nodo di mercoledì 23 probabilmente vedrà un effettivo peggioramento del tempo, anche se concentrato per lo più al nord-ovest e sul medio-alto versante tirrenico. Qualche pioggia intensa non si esclude lungo le rispettive coste. A seguire l'altro punto in comune riguarda la possibilità che sul nostro meridione torni a prevalere l'alta pressione, con cieli solo in parte sporchi da nubi, bassa probabilità di pioggia  e temperature ancora miti per il periodo.

 

Le mappe allegate in figura riassumono chiaramente l'evoluzione più probabile descritta nel testo.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum