Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tutto qui dentro!

Una persistente anomalia negativa al largo del Portogallo rischia di compromettere la partenza dell'inverno, non solo sull'Italia, ma su buona parte del Continente Europeo.

In primo piano - 22 Novembre 2011, ore 10.42

L'alta pressione sembra sconfitta! Da ovest avanza una saccatura con tanto di aria fredda al seguito. Sembra una situazione ideale (in prospettiva) per una svolta sull'Italia, con scenari nevosi a quote interessanti e non più "stellari".

Passa il tempo e la saccatura invece di avanzare resta ferma sul posto: brutto segno!La sua parte settentrionale inizia a strozzarsi, segno che la struttura di maltempo è già in agonia.

Passano pochi giorni e della saccatura non vi è piu traccia. Resta solo una goccia fredda ad ovest del Portogallo, con l'alta pressione che torna ad espandersi in tutte le direzioni.

Quello che vi abbiamo raccontato è il fallimento di un attacco nord atlantico, situazione molto ricorrente negli ultimi anni, ma che quest'anno sta dando il meglio di sè. 

Il gioco delle anomalie oceaniche non favorisce uno scatto di orgoglio dell'inverno sulla nostra Penisola. Questo è ormai appurato.

Ad ovest del Portogallo, nella zona contrassegnata in blu, è presente una porzione di acqua oceanica piu fredda del normale. Questa zona è stata battezzata con diversi termini: falla barica, lavandino, falla iberica ecc.

Salendo di latitudine, all'altezza delle coste francesi, le acque dell'oceano sono invece più calde, con un'anomalia positiva che tra settembre e ottobre era arrivata a 5°. Adesso siamo attorno ai 2°.

Stante la proverbiale pigrizia della natura, qualunque cosa transiti sui settori occidentali dell'Europa subisce una sorta di "attrazione fatale" verso il punto in cui l'acqua oceanica è più fredda, quindi verso sud.

Il potenziale della saccatura, di conseguenza, si sbilancia, facendo perdere tonicità alla saccatura stessa, con conseguente stazionarietà della stessa sul posto.

Volendo fare un esempio semplice, immaginate una boccia da biliardo che deve superare un'ipotetica buca sul tavolo. Se la spinta data dal giocatore alla boccia è molto forte, la boccia riesce a superare la buca agevolmente, continuando il suo percorso nella direzione di spinta.

Qualora la spinta imposta fosse debole, la boccia cadrebbe all'interno della buca senza più proseguire oltre.

La spinta data alla boccia non è altro che il getto. Se questo si presenta debole ( e le anomalie positive lo indeboliscono o addirittura lo biforcano) tutte le perturbazioni e le saccature saranno destinate a finire nella falla, dando adito poi all'alta pressione di espandersi nuovamente non appena il "lavandino" si sarà chiuso.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum