Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tutto il PEGGIORAMENTO FREDDO post-natalizio mossa per mossa

Esaminiamo come si arriverà alla severa situazione di freddo che abbiamo anticipato già da qualche giorno e che si verificherà a partire dal giorno di Natale.

In primo piano - 22 Dicembre 2008, ore 09.15

La manovra messa in atto dall'atmosfera e che ci porterà dritti dritti in seno ad una severa fase dell'inverno è molto laboriosa. Come vedete stiamo usando il verbo al presente, il che significa che la manovra anzidetta è già in atto. Il motore dell'inverno si è infatti già messo in moto e la prima pedina cui dobbiamo riservare le nostre attenzioni è al momento situata sulla penisola Scandinava. Già ieri, domenica, il ricciolo nuvoloso molto elegante che si approssimava dal mar di Norvegia verso l'ominima nazione, sotto la vigorosa spinta della corrente a getto, appariva evidente. Proprio l'evoluzione di questo minimo preparerà il terreno alla prima staffilata di aria fredda in avvicinamento anche all'Italia. La spirale vorticosa scandinava si troverà ad impattare contro il muro di un anticiclone ibrido in fase di ulteriore sviluppo sulle steppe russe. La sua traiettoria pertanto risulterà deviata fortemente dall'ostacolo, tanto che il nucleo freddo inizierà a puntare verso sud dirigendosi verso i Balcani. La circolazione ne verrà profondamente modificata, tanto che il nostro anticiclone inizierà a risalire in risposta verso nord per controbilanciare la discesa fredda sui balcani. La spinta sarà prepotente e la bolla di bel tempo arriverà ad agganciare il collega di alta pressione presente sulla Russia rinforzandolo. Siamo alla notte di Natale e sull'Italia è ancora tutto tranquillo, anche se in quota le temperature avranno già iniziato il loro rientro alla normalità dopo i picchi miti dovuti ad anticiclone ed effetti favonici vari. Proprio il giorno della Natività però si compiranno le manovre determinanti affichè si concretizzi quanto abbiamo anticicpato: dalle sponde meridionali del Mediterraneo si materializzerà frattanto un piccolo minimo il quale si trasferirà sul settore occidentale del Mare Nostrum con destinazione Baleari. Quest'ultimo fungerà da esca per il nucleo freddo che abbiamo lasciato sui Balcani e che nel frattempo, sotto la pressione dell'anticiclone plasmato dal classico ponte di Woejkioff, diverrà ellittico estendendosi dunque anche verso le nostre regioni. Siamo a Santo Stefano, ed ecco il respiro molto freddo sospinto da un letto di correnti orientali di matrice continentale prenderà possesso del Mediterraneo e in quindi anche della nostra Penisola. Sarà questo il momento in cui un debole fronte freddo si porterà con manovra retrograda verso l'Italia determinando un primo peggioramento. Ecco quindo le prime nevicate imbiancare con un velo sottile il nord fino in pianura, poi anche il medio e alto versante adriatico e le regioni appenniniche fino a quote collinari. Il freddo si accentuerà su tutto il Paese ma il 27 dicembre l'aria che seguirà il primo corpo nuvoloso sarà più asciutta e lascerà spazio a qualche schiarita al nord-est, mentre l'aria fredda avrà raggiunto anche il sud completando il primo atto della sua opera.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum