Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Troppa pioggia nei modelli? Un bravo previsore se ne accorge

Molto spesso sta alla bravura del previsore ridurre gli spazi precipitativi che un modello propone per una determinata area. La difficoltà maggiore si incontra con le precipitazioni a carattere temporalesco.

In primo piano - 16 Settembre 2014, ore 10.26

L.A.M. ovvero LOCAL AREA MODELS (italianizzato: modelli ad area limitata). Con l'introduzione di queste carte, la meteorologia ha fatto passi da gigante verso una previsione maggiormente attendibile nell'arco dei tre giorni.

Possiamo tranquillamente dire che una previsione a 24 ore ha (in genere) un'attendibilità buona. Condizioni atmosferiche estremamente variabili possono mettere i bastoni tra le ruote alla buona riuscita previsionale, ma questo fa parte del "gioco". Se tutto fosse sempre chiaro e trasparente le chiameremo "certezze",non "previsioni del tempo".

Le difficoltà che un previsore deve affrontare per redigere una buona previsione sono diverse. Oggi parleremo della sovrastima precipitativa che spesso si nota nei Lam (modelli ad area limitata) in determinate situazioni.

Se le precipitazioni fossero sempre organizzate in linee frontali ben definite, gli elaborati avrebbero meno difficoltà a stabilire dove piove e dove invece il clima sarà più secco. Passata la perturbazione il tempo migliora; di conseguenza la concentrazione delle precipitazioni sarà schematizzata con una linea, all'interno della quale le piogge saranno più o meno intense a seconda dell'interazione con i rilievi.

Non sempre, però, le precipitazioni si organizzano in linee perturbate precise (sarebbe troppo facile!). Spesso il quadro precipitativo che colpisce una determinata area è originato da condizioni di instabilità locale che determinano un coinvolgimento "a macchia di leopardo" dell'intera zona.

Quando le piogge risultano "puntiformi", i Lam possono andare in crisi, sovrastimando spesso l'entità precipitativa conseguente. La sovrastima si ha in quanto il modello tende a "spalmare" la pioggia anche su aree vicine al punto di origine; in questo modo la pioggia può venire segnata su zone dove invece il tempo potrebbe restare asciutto.

Un esempio su tutti riguarda i temporali pomeridiani che nel semestre caldo scoppiano sui rilievi in condizioni di instabilità latente.

La cartina che vedete è la rappresentazione delle piogge attese in Italia per la giornata di domani, mercoledì 17 settembre. Non sono attese perturbazioni e le piogge saranno legate solo all'attività termoconvettiva indotta dai rilievi durante le ore del pomeriggio.

Come potete vedere, le macchie piovose sconfinano anche verso zone limitrofe (ad esempio sulla Valpadana o su alcuni tratti di costa del meridione), non limitandosi ai soli rilievi. E' assai probabile che questi "sconfinamenti precipitativi" in realtà non esistano!

Il previsore, in questi casi, deve ridurre il carico precipitativo mostrato dal modello, con le eventuali piogge concentrate solo nelle aree di genesi (in questo caso i rilievi). 

Ecco dove le piogge potrebbero realmente verificarsi nella medesima giornata ( segno rosso).

Come vedete, la riduzione precipitativa operata in sede previsionale è abbastanza marcata. Addirittura le aree precipitative più sfocate non sono prese in considerazione (potrebbero essere nubi dense che recano un aumento del carico di umidità).  

Ci sono ovviamente altre complicazioni di cui il previsore deve tenere conto, ma ne parleremo in altra sede.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum