Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tra mercoledì 9 e venerdì 11 potrebbe andare in scena il primo serio guasto di giugno

Prime indiscrezioni sulle proiezioni per la seconda settimana del nuovo mese. Si prospetta un probabile serio peggioramento, dapprima al nord, poi anche al centro. Il sud ai margini e con un respiro nord-africano molto caldo che potrebbe lambire le regioni estreme.

In primo piano - 3 Giugno 2010, ore 11.10

La stagione corre a grandi passi verso l'estate e l'esplosione anticiclonica prevista per il prossimo fine settimana pare confermare la presa di posizione della nuova fase. Attenzione però: non sembra tirare una bella aria per le alte pressioni.

Nel corso della seconda settimana di giugno i piani caldi dell'estate potrebbero infatti venire sconvolti dall'affondo di una nuova saccatura, questa volta figliata dal ramo atlantico del vortice polare. La bolla fredda, inizialmente non molto pronunciata, tenderà ad amplificarsi strada facendo nel suo percorso verso l'Europa centrale e il Mediterraneo.

Questo avverrà per due motivi principali: 1) l'incalzante spinta della corrente a getto, la quale provvederà a iniettare energia al sistema. 2) l'approfondimento dovuto alla conservazione della vorticità potenziale dello stesso nel suo progredire verso le basse latitudini.

Ecco dunque giungere a compimento questa nuova manovra tra mercoledì 9 e venerdì 11 giugno, con una serie di temporali prefrontali che inizieranno a bersagliare il settentrione, seguiti da un sistema frontale le cui caratteristiche sono al momento oggetto di studio e analisi in redazione.

In questa fase le nostre estreme regioni meridionali, in particolare Sicilia, Calabria e Puglia, potranno venire investite da un alito meridionale nord-africano molto caldo direttamente convogliato dalla stessa depressione. Anche in seguito le stesse regioni verranno probabilmente lasciate ai margini di questa situazione peggiorativa e potranno sperimentare solo il transito di nuvolosità irregolare senza grandi pretese.

Intorno a venerdì 11 invece le regioni centrali verranno raggiunte dalla scia temporalesca prefrontale, mentre al nord, dopo il passaggio del fronte, insisterà una moderata instabilità legata alla rotazione delle correnti dai quadranti settentrionali. Queste ultime, nel corso del weekend tra il 12 e il 13 giugno, potrebbero riportare poi il sereno e aria decisamente più fresca un po' su tutto il Paese.

 

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum