Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tra lunedì e martedì nuovo treno di PIOGGIA in pianura e NEVE sui rilievi del centro-nord

Tra lunedì e martedì l'ennesima perturbazione interesserà l'Italia, ma questa volta sarà seguita da un più consistente calo delle temperature. Il punto della situazione.

In primo piano - 8 Gennaio 2014, ore 10.43

L'egemonia delle correnti perturbate atlantiche non verrà interrotta neppure dopo la pausa anticiclonica che ci terrà compagnia per gran parte di questa settimana.

Dopo il sistema frontale che si farà largo domenica sulle regioni centro-meridionali, un nuovo e più intenso peggioramento diverrà realtà sulla nostra Penisola tra le giornate di lunedì 13 e martedì 14.

A differenza delle perturbazioni precedenti, questa sarà seguita da un più cospicuo calo delle temperature che farà scendere la quota neve al centro-nord a livelli "interessanti".

La prima cartina rappresenta la sommatoria della pioggia attesa in Italia nella giornata di lunedì 13 ( dalle ore 7 alle 19).

Ecco le piogge estese a gran parte del territorio, con maggior riferimento alle regioni settentrionali e del versante tirrenico. La quota neve sarà collocata inizialmente sui 600-800 metri sulle Alpi, 900-1100 metri sull'Appennino settentrionale e 1200-1400 metri su quello centrale. Per ora si tratta di quote puramente indicative che andranno ovviamente ricontrollate nei prossimi giorni.

Resteranno all'asciutto le estreme regioni meridionali, mentre il versante adriatico e la Sardegna orientale avranno ancora una volta piogge più scarse.

Nelle 12 ore successive, la perturbazione farà progressi verso levante. Ecco la situazione attesa per la mattinata di martedì 14 gennaio.

Se si eccettua la Sardegna, parte della Sicilia, la Lucania e il settore ionico, tutta l'Italia dovrebbe essere sotto piogge più o meno intense. Un miglioramento si farà notare sulle regioni settentrionali nel corso della giornata ad iniziare dai settori alpini, stante la rotazione a nord delle correnti.

Precipitazioni anche a carattere di rovescio interesseranno sia il Tirreno che l'Adriatico, accompagnati da un rinforzo della ventilazione settentrionale.

Interessante soprattutto la quota neve, che scenderà sull'Appennino centro-settentrionale sui 600-700 metri, oltre i 1000 metri su quello centro-meridionale. Sarà la testimonianza palese dell'aria fredda che finalmente farà il suo ingresso sull'Italia ad iniziare dai settori più settentrionali.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum