Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tra lunedì e martedì NEVE in pianura al nord-ovest?

Il modello europeo "legge" neve per una serie fortunata di eventi.

In primo piano - 14 Gennaio 2015, ore 10.17

Domenica 18 il tempo migliorerà grazie ad un temporaneo inserimento di correnti da WNW a tutte le quote, ma soprattutto in quota. Questa corrente risulterà più secca e più fredda sull'ovest della Valpadana e naturalmente sull'arco alpino.

L'umidità infatti si attesterà su valori molto bassi sulla Valpadana occidentale, più alti su quella orientale e sarà questo il nodo cruciale per la possibile nevicata padana prevista tra lunedì e martedì proprio dal modello europeo.

A 1500m sulle Alpi e sulla Valpadana occidentale potrebbe riuscire a penetrare l'isoterma dei -4 o -5°C, ma a rendere possibile la nevicata di addolcimento di lunedì e poi ancora di martedì mattina, potrebbe essere proprio il raffreddamento della colonna d'aria per evaporazione sino alla saturazione della stessa.

Il fronte fronte in arrivo da SSW, con annessa depressione al suolo e richiamo umido da est nei bassi strati, giungerà già dalla notte su lunedì e potrebbe determinare nevicate tra il debole e il moderato sulla pianura piemontese con fiocchi a Cuneo, Torino, Novara, Vercelli e sino all'ovest della Lombardia, con neve a Varese, Pavia, Lodi, Bergamo, e Milano forse saltata per via dell'isola di calore secondo i dati WRF, ma con pioggia mista a neve se ascoltate la nostra esperienza. Neve possibile anche a Piacenza.

In Liguria nevicherebbe nelle vallate appenniniche sino a 300m, mentre il modello esclude fiocchi sulle coste.

Sull'est della Lombardia ed il Triveneto nevicherebbe solo nei fondovalle alpini, mentre l'ambiente già saturo di umidità in pianura non consentirebbe discese importante dei termometri.

Nel corso di lunedì il modello europeo prevede il temporaneo passaggio a pioggia in pianura e neve ancora oltre i 300m, ma nella notte su martedì e soprattutto all'alba, nuovi rovesci nevosi potrebbero coinvolgere anche le zone pianeggianti citate, cioè tra Piemonte ed ovest Lombardia, oltre che le vallate alpine.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum