Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tra giovedì e venerdì altro giro di rovesci al sud

Un minimo depressionario in ingresso dall'Atlantico si approfondirà sulla Sardegna viaggiando poi verso le nostre regioni meridionali, dove nella seconda parte della settimana causerà una nutrita serie di rovesci. Limite delle nevicate in abbassamento fin verso i 1000 metri.

In primo piano - 14 Dicembre 2009, ore 11.50

Il blocco anticiclonico anomalo in sede groenlandese rimarrà pressochè stazionario. Tutta la circolazione sullo scacchiere euro-mediterraneo ne risulterà pertanto profondamente alterata, con un corposo flusso di aria fredda che seguiterà ad affluire dai quadranti orientali con destinazione Europa centrale e meridionale. Contemporaneamente però la corrente a getto polare troverà un varco tra il nord Africa e le sponde meridionali del Mare Nostrum agevolando la risdalita di aria più mite dai quadranti sud-occidentali verso il nostro meridione. Entro lo strappo del getto si inserirà un nucleo di vorticità ciclonica ale quote superiori, il quale verrà a trovarsi sulla verticale di questìarea di confluenza, determinando la nascita di una ciclogenesi, ossia di un centro di bassa pressione. Il punto nevralgico sarà collocato giovedì nei pressi della Sardegna, ma tale trottola vorticosa, nel letto della corrente a getto, si porterà progressivamente verso il medio e basso Tirreno. Il sistema frontale ad esso associato ricoprirà senza indugio gran parte del centro-sud, apportando le prime precipitazioni. Sarà tra la sera di giovedì e la prima parte di venerdì che tale perturbazione darà il meglio di sè. Piogge diffuse, anche a carattere di rovescio e, localmente, di temporale, specie lungo le coste. Dobbiamo altresì tenere presente che da tergo seguiterà ad affluire aria fredda di estrazione continentale la quale miscelandosi entro il vortice, causerà una generale diminuzione del profilo termico, con la discesa del limite delle nevicate fin verso i 1000 metri lungo l'Appennino e sui monti siculi. Venti forti e mari fino ad agitati chiudono il quadro di questa giornata di maltempo di chiaro stampo invernale.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum