Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tra giovedì 25 e venerdì 26 il nord e parte del centro ancora nel mirino delle piogge

Interessate a tratti anche Toscana, Marche, nord Umbria e Sardegna settentrionale. I rovesci più significativi attesi sulle Alpi e sull'Appennino ligure di Levante.

In primo piano - 22 Marzo 2010, ore 11.32

La fucina atlantica delle perturbazioni sta lavorando a pieno regime. C'è da dire che i netti contrasti che si esplicano lungo i paralleli tra le alte latitudini ancora fredde e quelle medie già significativamente riscaldatesi, riescono a infarcire l'atmosfera di complessi corpi nuvolosi di tipo frontale. Le ondulazioni della corrente a getto, per quanto non trascendentali, riescono comunque a mettere a stratto contatto queste masse d'aria agevolando la costruzione nuvolosa e dunque la strutturazione delle perturbazioni. Queste ultime viaggiano poi lungo i binari impostati dal letto depressionario scavato ad opera di un profondo sacco depressionario con centro tra il golfo di Biscaglia e le Isole Britanniche raggiungendo a spizzichi e bocconi anche l'Italia. La posizione georgrafica della Penisola rende maggiormente vulnerabili a questi passaggi perturbati le nostre regioni settentrionali e lambisce appena quelle centrali. Uno di questi corpi nuvolosi, il più organizzato tra quelli che transiteranno sul suolo europeo nel corso della settimana corrente, si occuperanno del nostro settentrione tra giovedì 25 e venerdì 26. Il vigoroso flusso di correnti umide meridionali cariche di energia libererà le sue potenzialità in particolare contro le nostre montagne riservando i fenomeni più significativi sulle Alpi e sull'Appennino ligure di Levante. La quota neve sarà relegata a quote superiori a 1800-2000 metri. Venerdì sarà la giornata più generosa di precipitazioni. A tratti le frange nuvolose riusciranno a sfogare parzialmente anche sul nord della Sardegna, sulla Toscana, sui rilievi settentrionali umrni e sulle Marche, ma si tratterà di fenomeni più sporadici. Lo Scirocco batterà la Penisola apportando probabilmente insieme alla pioggia anche discreti quantitativi di sabbia strappati ai deserti nord-africani.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.49: A2 Autostrada del Mediterraneo

rallentamento

Traffico rallentato, maltempo nel tratto compreso tra 990 m dopo Svincolo Cosenza (Km. 259,2) e 5,4..…

h 18.41: A52 Tangenziale Nord Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo SP9 Vecchia Valassina e Svinc..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum