Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tra domenica e lunedì aria più fredda sull'Italia e tempo instabile al meridione

Uno sguardo al tempo previsto in Italia tra domenica 25 e lunedì 26 gennaio; l'aria fredda riuscirà finalmente a penetrare in modo più convinto sul bacino del Mediterraneo, portando ancora dell'instabilità che questa volta colpirà di più le regioni meridionali, mentre freddo moderato condizionerà un po' tutta Italia, più sensibile al centro ed al nord. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 21 Gennaio 2015, ore 11.25

In questi giorni si sta consumando la prima controffensiva invernale di una stagione interessata a lungo da una eccessiva invadenza dell'anticiclone mite oceanico sul Mediterraneo. Le prime nevicate raggiungono oggi le quote pianeggianti, interessando le regioni settentrionali, mentre una circolazione d'aria piuttosto instabile e fredda, condiziona il tempo atmosferico dell'intero stivale italiano. Questo stato di cose, rappresenta la prima mossa del Generale Inverno nel suo tentativo di riportare le cose alla normalità, proponendo finalmente condizioni atmosferiche più invernali anche sull'Europa centro-occidentale.

Nonostante tutto, nei prossimi giorni assisteremo ad un certo rinforzo del lobo canadese del Vortice Polare, le depressioni che ne deriveranno, sono previste interessare i settori settentrionali dell'oceano Atlantico, l'anticiclone delle Azzorre verrà quindi "spinto" un po' verso l'Europa occidentale, con particolare riferimento alla penisola Iberica, laddove verranno ripristinate condizioni nuovamente più miti che tuttavia NON RIGUARDERANNO l'Italia

Non avremo quindi a che fare con la classica "spianata" delle correnti occidentali nel cuore del continente europeo ma assisteremo soltanto ad una migrazione del perno depressionario dai bacini centro-occidentali del Mediterraneo sin verso i settori basso tirrenici e jonici. Tale manovra consentirà una maggiore penetrazione dell'aria fredda sul bacino del Mediterraneo, concentrando il maltempo sulle regioni meridionali del Paese.

La circolazione depressionaria con perno i mari meridionali italiani, raggiungerà in realtà il picco massimo di intensità tra venerdì 23 e sabato 24, portando instabilità e precipitazioni sparse, nonchè una circolazione piuttosto attiva di ventilazione ciclonica. Nelle giornate successive quest'ultima andrà indebolendosi ,ma consentirà un calo generale delle temperature su tutto il Paese. Condizioni di FREDDO MODERATO nelle regioni del centro e del nord.

In seguito cosa succederà?

Approfondimenti su questo articolo:


http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/prepotente-ritorno-dell-inverno-a-fine-mese-il-responso-del-modello-europeo-e-americano/48712/


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum