Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tendenza lungo termine: cambiamento di circolazione ormai prossimo?

Quale sarà la direzione che prenderà il tempo atmosferico dopo il relativo guasto a cavallo tra questo week end e la prossima settimana? I modelli propongono scenari discordanti tra loro, tuttavia tutti sono concordi nel vedere un'azione meno incisiva dall'alta pressione sul versante occidentale del continente.

In primo piano - 15 Marzo 2012, ore 17.30

Siamo giunti al momento di massimo apice dell'anticiclone che attualmente interessa l'Europa. La spinta delle correnti occidentali provenienti dall'Atlantico, determinano una migrazione l'alta pressione sempre più ad est. In queste ore il cuore caldo dell'anticiclone sta transitando sul nostro paese, le temperature in quota stanno raggiungendo il picco e sono ormai prossime ai +10° a 1500 metri, segnatamente al settentrione.

Nel corso del fine settimana, il campo di pressione tenderà a flettere e una saccatura di origine atlantica tenterà un approccio dal settore iberico verso il nostro paese. Questa manovra avverrà solo in parte. In aperto Atlantico una nuova alta pressione andrà rapidamente a chiudere i rubinetti di aria fredda che alimenteranno la saccatura, determinandone l'evoluzione in "cut off".

Secondo i modelli attuali pare probabile un coinvolgimento almeno parziale del settentrione tre il week end e l'inizio della prossima settimana.

Giunti ormai alla terza decade di marzo, ci si domanda se questa prima incursione perturbata da ovest, sia preludio a qualcosa di più grosso che potrebbe intervenire in un futuro non troppo lontano.

Questo quesito al momento non è di facile risposta. Nonostante le previsioni stagionali e l'andamento in calo dell'indice NINA siano elementi positivi che preludono al ritorno di precipitazioni regolari, ancora numerosi sono gli interrogativi.

Questa mattina sia il modello americano GFS sia l'inglese ECMWF, sono concordi ad evidenziare una graduale migrazione dei massimi anticiclonici dall'oceano Atlantico, verso i settori centrali dell'Europa. Questo fenomeno durante la primavera è abbastanza comune. Esso è legato a processi di avanzata stagionale caratterizzati dal graduale aumento dell'irradiazione solare nel corso della primavera.

Secondo i modelli, a partire da questo fine settimana tenderà a ripristinarsi una certa attività ciclonica in sede iberica, la quale dovrebbe mantenersi anche nel corso della terza decade di marzo. La tendenza allo spostamento dei massimi anticiclonici verso il pieno continente infatti, lascerebbe scoperto l'angolo occidentale d'Europa. Questo elemento potrebbe favorire l'apertura di scenari interessanti, dinamici, con un ritorno delle precipitazioni proprio nelle aree dove sinora si sentita maggiormente la carenza di pioggia.

Eliminare un' anomalia ben radicata e collaudata da diversi mesi, non è una cosa semplice. Occorrerà ancora diverso tempo, tuttavia ad oggi è doveroso menzionare che esistono alcuni elementi in grado di avvalorare almeno in parte questa ipotesi.

Vedremo che cosa verrà proposto nei prossimi giorni. Seguite gli aggiornamenti!

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum