Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

TEMPORALI: il FULMINE, un pericolo che viene dal cielo

Il temporale è un fenomeno che si verifica soprattutto nei periodi estivi e può essere accompagnato da fulmini spettacolari, anche piuttosto pericolosi.

In primo piano - 10 Giugno 2016, ore 16.20

Quando si avvicina un temporale e noi udiamo i tuoni in lontananza, il nostro primo pensiero è quello di correre a ripararsi dalla pioggia, che durante il fenomeno può cadere in maniera anche copiosa.

Ogni riparo va bene, basta non bagnarsi e rischiare di prendere un bel raffreddore. Molto spesso non si fa caso all’altro aspetto che il temporale offre e che può essere ben più pericoloso di una semplice bagnata: i fulmini. Queste scariche elettriche possono essere suddivise in base al luogo dove si verificano: abbiamo fulmini tra nube e nube, tra nube e suolo e tra nube e cielo sereno.

Cos’è che crea i presupposti per l’innesco di un fulmine? In primo luogo per far sviluppare una scarica elettrica serve una differenza di potenziale tra due punti più o meno vicini. E' necessario inoltre avere tensioni molto alte e un buon conduttore, altrimenti la scarica non si verifica.

Prima che si verifichi il fulmine vero e proprio, tra i due capi con potenziale differente si origina un flusso di cariche elettriche, invisibile all’occhio umano, che viene chiamato scarica guida. Non appena questa sorta di canale ionizzato riesce a congiungere i due settori a differente carica elettrica, al suo interno passa corrente come se si trattasse di un filo elettrico.

In questo modo, il canale ionizzato che prima era a noi invisibile, diventa bianco accecante e prende la classica forma allungata del fulmine. Il calore che si crea in seguito al passaggio di corrente, determina un’onda d’urto denominata tuono.

Se la differenza di potenziale si verifica tra due nubi più o meno distanti, il fulmine non raggiungerà il suolo, ma tenderà a ramificarsi in cielo. In questo caso il pericolo per l’osservatore a terra non sussiste.

Può capitare, inoltre, che si crei uno squilibrio di carica tra la parte interna della nube e una porzione di aria, magari posta al di fuori della nube temporalesca stessa. La scarica che ne deriverà sarà in parte dentro la nube e in parte al di fuori, dove il cielo può risultare sereno. 

I fulmini più pericolosi sono quelli che si sviluppano tra la base della nube e il suolo. Sono chiamati fulmini nube-suolo in quanto la differenza di potenziale si stabilisce tra la base della nube e un oggetto posto a terra.

Il temporale e il suolo si comportano come le armature di un condensatore, con cariche elettrostatiche differenti. La base della nube è in genere caricata negativamente, mentre alcuni oggetti al suolo possono presentare addensamenti di cariche elettrostatiche positive, che tendono a concentrarsi sulle punte.

Se la differenza di potenziale tra la base della nube e l’oggetto in questione risulta molto accentuata, può partire la scarica guida e il conseguente fulmine di ritorno (che è quello che vediamo).

In presenza di fulmini nube-suolo che si manifestano soprattutto all’inizio del fenomeno temporalesco è opportuno staccare tutte le prese della corrente, spegnere i televisori, in quanto il fulmine stesso potrebbe sfruttare qualsiasi filo elettrico e mandare il tilt il nostro impianto elettrico.

Evitate di tenere le finestre aperte: le colonne d’aria calda possono fungere da veicolo per i fulmini.

I fulmini nube-suolo, come già accennato, si manifestano soprattutto nella fase iniziale di un temporale e prima che si verifichino piogge intense. Le forti cariche elettriche presenti nelle nubi impediscono alle gocce di pioggia di scendere a terra.

Spesso sono necessari due o tre fulmini nube-suolo, prima che la nube perda parte della carica elettrica e consenta alla pioggia di scendere con un violento acquazzone. Nel momento in cui la pioggia comincia a scendere copiosa, il rischio fulmini, di conseguenza, diminuisce.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.42: A5 Torino-Courmayeur

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Svincolo Scarmagno (Km. 35,1) e Svincolo Quincinetto (Km. 5..…

h 03.39: A1 Bologna-Firenze

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Barberino di Mugello (Km. 261,4) e Calenzano-Sesto Fiorentino..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum