Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

TEMPORALI: ecco perchè tanta violenza su Veneto, Marche ed Emilia

Violenti nubifragi e grandinate da record. Una situazione che può ricorrere in caso di improvvise irruzioni di aria fresca alantica dopo giorni di intensa calura nord-africana e che va a concentrare la sua energia a cavallo delle tre regioni.

In primo piano - 28 Maggio 2009, ore 10.10

Le si vedevano fin oltre a un centinaio di chilometri di distanza; le loro forme ricordavano vagamente quelle di funghi atomici proiettati verso il cielo e i fenomeni che si sono abbattuti là sotto sono stati in qualche caso devastanti. La cellule temporalesche che hanno preso possesso ieri, mercoledì 27 maggio, dei territori compresi tra alto Vicentino, Trevigiano, bassa Cremonese, Parmense e Anconetano hanno fatto davvero sul serio e hanno disegnato pari pari il travaso dell'aria fresca di origine atlantica dalla porta della Bora. Doppiato lo spigolo alpino orientale il blocco fresco è stato attratto con forza verso le nostre regioni di nord-est da un piccolo minimo depressionario che si era scavato sottovento alla catena montuosa sulla pianura Padana centrale. Entro questo minimo sono andati a confluire e a sovrapporsi il flusso secco nord-occidentale proveniente dai venti di Foehn in atto al nord-ovest e quello più umido in rientro nei bassi strati dall'Adriatico sotto forma di Bora. Ne è nata una robusta linea di convergenza convettiva che ha progredito secondo i voleri dell'aria fresca nord-orientale. Lo sbalzo termoigrometrico ha trovato ulteriore terreno fertile nel rimbalzo contro i pendii prealpini veneti al mattino e, nel pomeriggio, contro quelli appenninici emiliano-marchigiano dove, tra l'altro, l'atmosfera era anche carica di energia avendo trascorso una mattinata assolata. Il tutto è stato condito alle quote superiori dal transito dell'asse di saccatura con i venti che presentavano un gomito sulla Lombardia sospingendo verso Emilia e Triveneto flussi sud-occidentali che hanno funzionato come pennacchi inclinando l'asse verticale delle torri temporalesche finendo così per esaltarne le potenzialità. Il mare in serata ci ha messo del suo rialimentando un nuovo potente grappolo temporalesco multicellulare che ha interessato parte delle Marche fino alle dirimpettaie coste al di là dell'Adriatico. Agli ingredenti mancava solo l'intervento della corrente a getto la quale in effetti non si è presentata con un flusso potente ma si è inserita con un refolo, debole ma secco quanto basta per iniettare ulteriore instabilità alla colonna d'aria. Da aggiungere anche un abbassamento significativo della tropopausa con ulteriore vorticità intervenuta ad alimentare le già esplosive potenzialità atmosferiche. La tempesta non si è fatta attendere. In mattinata grandine da record nel Vicentino con danni ingenti e accumuli di diversi centimetri che in alcuni frangenti hanno rischiesto addirittura l'intervento di sgombero da parte dei mezzi spazzaneve. Nel frattempo il fronte della Bora procedeva verso la bassa Lombardia e l'Emilia dove si innescava a partire dal primo pomeriggio una supercella causa di ulteriori grandinate nella bassa Cremonese e gravi allagamenti nel Parmense, accompagnati anche da diversi episodi grandinigeni tra quest'ultima provincia e il Bolognese. In serata all'appello mancavano solo le Marche: ed ecco che l'Anconetano in men che non si dica è stato investito in pieno da una vera e propria tempesta con diversi danni e feriti. L'assestamento dell'aria fresca al suolo ha faticato non poco a stabilizzare l'atmosfera ma l'alto prezzo pagato servirà almeno a riportare i termometri entro l'atteso alveo della normalità stagionale.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.59: A1 Firenze-Roma

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Orvieto (Km. 451,4) e Attigliano (Km. 479,7) in entrambe..…

h 05.41: A29 Palermo-Mazara Del Vallo

blocco

Chiusura corsia nel tratto compreso tra 4,079 km dopo Svincolo Cinisi (Km. 19,1) e 6,057 km prima d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum