Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tempo più instabile la prossima settimana: vediamo DOVE

Almeno un paio di perturbazioni in arrivo sul Mediterraneo nei prossimi giorni, quali potrebbero essere i settori più colpiti? Quali le prospettive a lungo termine?

In primo piano - 7 Dicembre 2019, ore 18.15

Il tempo dei prossimi giorni, sarà condizionato dalla presenza di una circolazione di bassa pressione piuttosto estesa e complessa che occuperà le latitudini settentrionali, dove il tempo risulterà assai variabile e la circolazione dei venti prevalentemente occidentali, risulterà molto vivace, con picchi di notevole intensità. Si tratta di una situazione atmosferica figlia di un Vortice Polare chiuso e compatto, che lascia ben poco spazio all'arrivo del freddo alle basse latitudini europee. La prima parte dell'inverno meteorologico sarà quindi influenzata da temperature piuttosto miti sul Mediterraneo, una generale mancanza di freddo anche sull'Europa, con valori di temperatura tendenzialmente sopra le medie del periodo.

L'alta pressione delle Azzorre, avrà un punto cardine sull'Europa occidentale e nel vicino Atlantico, dal quale si sposterà poco. Su questa zona d'Europa si concentreranno le anomalie positive più rilevanti, mentre a partire dall'inizio della prossima settimana, una maggiore ondulazione delle correnti da alta quota, potrebbe favorire l'arrivo alcuni corpi nuvolosi sul Mediterraneo centro-orientale. Queste perturbazioni avranno un'evoluzione piuttosto veloce e saranno in grado di colpire anche il nostro Paese, soprattutto le regioni del centro e del sud. Tra martedì e mercoledì le correnti occidentali porterebbero una diminuzione delle temperature che si farebbe sentire soprattutto al nord e nelle zone interne. Ecco la previsione del modello americano GFS riferita a lunedì 9 dicembre:

Ancora oggetto di disputa da parte dei modelli, l'ipotesi di una fase instabile con possibilità di neve a bassa quota sulle regioni del nord tra giovedì 12 e venerdì 13 dicembre. Tutto questo sarebbe possibile attraverso il passaggio di una perturbazione inserita in un contesto di correnti nord-occidentali piuttosto intense, che potrebbero coinvolgere il nostro Paese, trasportando un corpo nuvoloso associato a precipitazioni dapprima al nord (giovedì 12) poi anche al centro ed al sud (venerdì 13). Ipotesi ancora da confermare. Ecco la linea di tendenza calcolata dal modello americano per giovedì 12, ancora dalla bassa affidabilità:

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum