Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Temperature marine; uno sguardo alla situazione attuale

L'arrivo dell'aria oceanica, oltre a portare qualche temporale ed un modesto calo della temperatura, ha riportato un'attiva circolazione di venti sul Mediterraneo, rimescolando le acque surriscaldate superficiali con quelle più fredde presenti in profondità. Ecco il risultato finale.

In primo piano - 27 Luglio 2015, ore 12.15

Il cambiamento del tempo intervenuto sul nostro Paese lo scorso weekend, ha veicolato una nuova massa d'aria sul Mediterraneo, determinandone un vigoroso rimescolamento dopo diverse giornate di atmosfera stagnante. Tale rimescolamento ha portato con sè diverse manifestazioni temporalesche che sono riuscite a guadagnare persino le aree marine, coinvolgendo per esempio la Liguria e la Toscana. In realtà il calo della temperatura portato da questo passaggio instabile è risultato assai contenuto, l'aria fredda ci ha soltanto sfiorati, transitando in larga misura al di là delle Alpi, senza riguardare il Mediterraneo. 

Nonostante il raffreddamento sia stato limitato, come mai questa mattina la temperatura superficiale del mare è scesa di alcuni gradi? 

La risposta a tale domanda è piuttosto semplice; gli elevati valori termici raggiunti dal Mediterraneo, erano in realtà estremamente superficiali. La mancanza di un'apprezzabile moto ondoso, ha stratificato le masse d'acqua più tiepida sulla superficie, mentre quelle più fredde sono rimaste confinate al di sotto. Lo spessore dell'acqua calda era molto esiguo ed è bastato un aumento del moto ondoso per determinare un rimescolamento delle acque profonde con quelle superficiali. 

In questo rimescolamento, l'attivazione di una tesa ventilazione di Libeccio e Maeatrale, come diretta conseguenza del cambio di circolazione avvenuto sulle regioni settentrionali, ha svolto un ruolo chiave. Il rimescolamento determinerà anche un abbassamento del termoclino; in buona sostanza lo strato di transizione tra le acque profonde e quelle assai più tiepide della superficie, si collocherà ora ad una profondità più elevata e tutto il calore immagazzinato dal mare in questi lunghi giorni di solleone, verrà ridistribuito su di un volume maggiore d'acqua.  


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.44: SS16 Adriatica

blocco

Chiusura corsia nel tratto compreso tra 4,373 km dopo Incrocio Lecce/Raccordo Per SS613 Brindisi-Le..…

h 16.44: A6 Torino-Savona

coda incidente

Code per 3 km causa incidente nel tratto compreso tra Barriera Di Torino (Km. 13) e Allacciamento..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum