Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Temperature marine italiane fortemente sopramedia!

Diamo un'occhiata alle attuali temperature superficiali marine presenti nelle zone di mare attorno al nostro Paese. I valori si presentano quasi ovunque sopra la norma ad eccezione del'alto Tirreno, mar di Corsica e mar Ligure.

In primo piano - 18 Luglio 2012, ore 18.30

Diverse settimane di caldo intenso e persistente hanno consentito alle temperature marine di immagazzinare una notevole quantità di calore. Nelle aree dove l'anticiclone africano si è presentato con la forza maggiore il riscaldamento è risultato più intenso. La felice accoppiata tra calde condizioni anticicloniche associate a regime di venti scarso o nullo, ha favorito il veloce riscaldamento di una sottile pellicola d'acqua in superficie.

Molte aree marine prospicienti l'Italia presentano valori sopra la norma. Le aree del basso Tirreno ed il mar Jonio sotto questo punto di vista detengono il primato. In queste zone infatti, se si esclude la breve diminuzione delle temperature legate all'arrivo del maestrale negli ultimi giorni, il dominio anticiclonico africano è stato pressochè assoluto.

In queste zone lo scarto rispetto alla media si aggira attorno ai 4 gradi. Le temperature del mare in superficie si aggirano così attorno a valori di 30 gradi, sfiorando il record!

Spostandoci verso nord sino al medio ed alto Tirreno l'anomalia positiva rientra entro la normalità. Nei giorni scorsi la presenza di forte ventilazione prima di libeccio, poi di maestrale ha provocato un aumento del moto ondoso su mar di Sardegna, mar di Corsica e mar Ligure. il mare mosso ha così rimescolato le acque superficiali tiepide, con quelle più fredde profonde.

Su questi settori ritroviamo così valori di temperatura vicini alla norma. Le acque fortemente rimescolate grazie alla vivace ventilazione dei giorni scorsi si ripercuote sull'altezza del termoclino. Il termoclino è la zona che suddivide l'acqua superficiale marina riscaldata dall'azione diretta dei raggi solari, da quella profonda più fredda e densa.

Troviamo di conseguenza temperature superficiali marine più basse nei bacini occidentali italiani, compensate però da un termoclino più profondo. Acque fortemente riscaldate sul resto dei mari italiani dove tuttavia la mancanza di un adeguato rimescolamento che sinora non è mai avvenuto, lo strato caldo risulta più sottile con un termoclino posto più vicino alla superficie.

Quali conseguenze avranno sul tempo italiano le temperature marine sopramedia? Per quanto riguarda gli effetti a breve termine un'attenuazione delle brezze durante i regimi di alta pressione, con un effetto meno rinfrescante delle stesse, soprattutto durante le ore del giorno.

Bagni di mare particolarmente gradevoli quindi, ma con lo scotto da pagare per i meno fortunati che non potranno concedersi la pausa spiaggia durante il giorno, costretti a lavorare in ufficio o peggio ancora all'esterno con le brezze che faticheranno ad attivarsi e la sensazione di caldo sarà attenuata.

Una seconda non meno importante conseguenza a lungo termine potrebbe essere rappresentata dal grande quantitativo di energia (calore) immagazzinato dal mare. Questo calore è pronto ad essere convertito in energia meccanica (convezione) non appena la sinottica lo consentirà. ù

Avremo quindi i numeri a disposizione (purtroppo) per assistere ad alcuni fenomeni temporaleschi di forte intensità nei prossimi mesi.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum