Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

TEMPERATURE: ecco cosa dovremo aspettarci nei prossimi giorni in Europa e sull'Italia

Uno sguardo alla circolazione atmosferica generale ed al suo relativo impatto sulle temperature d'Europa in questo scorcio di novembre.

In primo piano - 10 Novembre 2016, ore 17.00

Circa un rinforzo graduale delle vorticità zonali sul Vecchio Continente, abbiamo ormai pochi dubbi; l'incremento temporaneo della ventilazione occidentale sull'Europa, viaggerà di pari passo con un approfondimento graduale di tutte quelle circolazioni intense di bassa pressione che, prendendo campo sulla regione canadese e groenlandese, andranno poi gettandosi a capofitto verso il nord Atlantico e la Penisola Scandinava, portando su queste regioni una fase atmosferica tempestosa ed irrequieta. Tale situazione viaggia di pari passo con il ricompattamento fisiologico del Vortice Polare che ricade nel periodo di minimo irraggiamento solare.

Le conseguenze per il nostro continente sono presto dette; con l'instaurarsi di una circolazione “profonda” di venti occidentali, il quadro generale delle temperature tenderà ad un rialzo graduale che si farà sentire dapprima sulla parte ovest del nostro continente per poi penetrare gradualmente verso la Mitteleurope, il bacino centrale del Mediterraneo e persino le coste occidentali della Penisola Scandinava (Norvegia). Su tutti questi settori, entro il termine della seconda decade novembrina pronostichiamo un generale addolcimento delle temperature che riguarderà anche l'Italia.

Abbiamo quest'anno a che fare con un secondo elemento di grande interesse rappresentato da un raffreddamento decisamente intenso e vigoroso delle lande steppose dell'Eurasia. Con la sua propaggine più occidentale, questo vasto lago d'aria fredda riuscirà a guadagnare una piccola fetta d'Europa, trasbordando sulla Russia e sui Paesi Baltici. Il gelo guadagnerà anche la Finlandia ed una piccola parte della Svezia. Trattandosi quest'ultima di una massa d'aria particolarmente densa, il suo ancoraggio negli strati prossimi al suolo sarà particolarmente tenace a tal punto che l'aria più mite proveniente dall'oceano potrebbe aver maggiori difficoltà del previsto nel suo tentativo di scalfirla.

Attualmente l'entità di questa resistenza all'attacco delle miti ed umide correnti dall'Oceano viene ancora inquadrata con difficoltà dal modelli. Per questi settori d'Europa appare probabile il mantenimento di un quadro termico sensibilmente inferiore alle medie anche nella seconda decade di novembre.

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.39: A9 Lainate-Chiasso

coda

Code per 2 km causa operazioni doganali nel tratto compreso tra Svincolo Di Como Sud (Km. 33,8) e..…

h 04.55: A9 Lainate-Chiasso

coda

Code per 3 km causa operazioni doganali nel tratto compreso tra Svincolo Di Como Sud (Km. 33,8) e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum