Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Svolta imminente, l'alta pressione fa tirare il fiato all'Italia

Il maltempo mollerà la presa e il bel tempo si guadagnerà pian piano i suoi spazi perduti, anche se ci sarà qualche temporanea eccezione.

In primo piano - 18 Dicembre 2008, ore 09.35

Il bel tempo per tutti? In Italia è sempre molto difficile. La splendida posizione geografica nella quale è incastonata la nostra Penisola nel core del Mediterraneo e la conformazione stessa dello Stivale è croce e delizia dei meteorologi che si trovano quotidianamente a scontrarsi contro montagne, coste frastagliate, golfi, valli per ben oltre 1000 chilometri di lunghezza. Intanto lo diciamo subito: il maltempo se ne andrà, almeno per un po'. Tutti coloro che hanno subìto danni, disagli e quant'altro, potrano tirare un bel sospiro di sollievo. Certo non sarà subito sole pieno, tuttavia le nubi inizieranno a frammentarsi e a divenire sempre meno organizzate. Merito di un bel promontorio di alta pressione inviatoci dall'Atlantico e destinato all'Europa centrale dove piazzerà i suoi massimi. L'Italia ne beneficerà in termini di sole in modo particolare tra domenica e lunedì quando la nuova figura si sarà insediata ufficialmente. Le regioni del nord, ma anche le tirreniche e la Sardegna, saranno quelle che maggiormente risentiranno dell'azione stabilizzante imposta da questo nuova situazione, mentre quelle meridionali e le centrali adriatiche risentiranno di alcune infiltrazioni un po' più freddine provenienti dall'area balcanica. L'incertezza del tempo su queste ultime regioni si prolungherà dunque fino al weekend ma le conseguenze saranno tutto sommato abbastanza modeste. Il transito di quest'aria lungo lo stretto braccio di mare Adriatico che ci separa dalle coste dell'ex Jugoslavia caricherà l'atmosfera di un mediocre quantitativo di umidità, sufficiente comunque a costruire qualche bancata nuvolosa contro i versanti appenninici. Non si escludono brevi precipitazioni, con qualche fiocco destinato alla montagna ma in un contesto comunque in via di miglioramento. Data la presenza di strati molto umidi in prossimità dei suoli, non si esclude la formazione di banchi nebbiosi durante le ore notture e in quelle del mattino sulle zone di pianura, segnatamente sulle località padane. Temperature in aumento in montagna, soprattutto al nord-ovest, con effetto favonico e rischio di valanghe molto elevato.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum