Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Su quali regioni potrà piovere fra mercoledì e giovedì?

Cerchiamo di capire nel dettaglio quali saranno i movimenti del sistema frontale, facendo dapprima una analisi tecnica, e poi in base ai risultati redigendo una previsione di massima.

In primo piano - 14 Luglio 2003, ore 12.37

Venerdì scorso avevamo posto l’accento sul possibile passaggio di una “goccia fredda” sui Balcani, e sullo sconfinamento dell’aria fresca (al suolo) che la avrebbe dovuta alimentare verso le nostre regioni adriatiche; nel frattempo si sarebbe dovuto sviluppare un anticiclone dinamico sulla Scandinavia. In effetti l’evoluzione del tempo nel corso del fine settimana appena trascorso ha seguito l’impostazione tracciata, dato che oltretutto l’anticiclone africano è rimasto sul Mediterraneo meridionale, in attesa di qualcosa che gli desse una poderosa “spinta” verso nord; questo qualcosa si concretizzerà entro la fine della giornata odierna attraverso lo spostamento di una profonda saccatura dall’Atlantico verso il Portogallo. Ad ovest di tale depressione scivolerà infatti una consistente massa d’aria fredda di origine artica; non a caso nella giornata di domani, quando i venti freddi raggiungeranno il Marocco, ci attendiamo in loco uno sbalzo veramente notevole di temperatura (dell’ordine di 18-20°C in soli 300 km, alla quota di 1600 metri circa). Questo “affronto” provocherà la pronta reazione dell’anticiclone africano, che nella giornata di mercoledì comincerà a spingersi verso la Sardegna e la Sicilia, dove il suo respiro potrebbe portare temperature veramente alte; la coda del fronte freddo che accompagnerà la saccatura prima descritta allora sarà costretta a risalire verso nord-est, attenuandosi lentamente e spingendosi dal Marocco in direzione della Spagna centrale, dei Pirenei, della Provenza ed infine delle Alpi occidentali. Saranno proprio le montagne delle nostre regioni settentrionali le uniche zone d’Italia che beneficeranno dei più freschi venti atlantici; il resto del territorio nazionale subirà invece il richiamo di aria calda che precede normalmente il fronte, ma che stavolta (come spesso è già accaduto durante l’anno) ne annuncia il suo passaggio troppo a nord per provocare un consistente peggioramento. Aprendo una parentesi nell’analisi va sottolineato come nella seconda parte della settimana l’anticiclone scandinavo sarà ancora al suo posto; vista la persistenza della configurazione allora si potrà parlare di vera e propria situazione di “blocco”, in posizione detta “ad omega rovesciato” (perché il posizionarsi di una profonda saccatura sull’Europa occidentale, di un altro vortice sull’Europa orientale e di un anticiclone altrettanto robusto fra i due, porta le isoipse a disegnare una curva che vagamente ricorda la lettera greca “omega”). Allora che tipo di tempo ci attende? A parte il caldo che tornerà a farsi vivo diffusamente su gran parte delle regioni centro-meridionali già a partire da domani sera, vanno segnalati i temporali che da mercoledì mattina potranno interessare le Alpi, specialmente il settore occidentale; in una prima fase infatti le piogge potrebbero essere forti, anche se molto localizzate. Già nella tarda serata però si verificherà un certo miglioramento sulla Valle d’Aosta, con un temporaneo ma moderato calo delle temperature in montagna e vento da nord-nordest in rinforzo sulle cime più alte; giovedì poi un po’ di instabilità interesserà ancora gran parte dei monti, ma da ovest si affacceranno schiarite sempre più ampie. Per quanto riguarda il centro-sud non si vedranno che poche nubi, accompagnate da un’afa in certi casi opprimente. Per ulteriori dettagli sulla previsione vi rimandiamo comunque all’articolo previsionale in prima pagina.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.03: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

blocco coda

Code, tratto chiuso per 3 km nel tratto compreso tra Svincolo Usmate-Velate Sud: Carnate-Paderno (K..…

h 17.03: Roma Via Cristoforo Colombo

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Viale America e Via Pontina in..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum