Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Strada sbarrata alla stabilità mediterranea

Masse d'aria moderatamente fredde di origine artica, terranno sotto scacco il tempo atmosferico italiano ed europeo ancora per diversi giorni. Uno sguardo alla linea di tendenza relativa alle prossime due settimane.

In primo piano - 22 Aprile 2016, ore 17.10

Dopo una lunga parentesi di clima mite e stabilità generale atmosferica, la giornata odierna, venerdì 22 aprile, ha esordito sotto condizioni atmosferiche INCERTE, nelle quali un rinforzo della ventilazione meridionale, determina un progressivo peggioramento delle condizioni atmosferiche lungo i versanti occidentali del nostro stivale.

Trattasi della prima giornata dai connotati primaverili INSTABILI che sopraggiunge dopo un lungo periodo di stasi atmosferica. La prima di una lunga serie di giornate che, con tutta probabilità, scandiranno i ritmi del tempo atmosferico anche nei giorni a venire.

A portare questo cambiamento, l'avvicinamento ai settori centrali del Mediterraneo di una vasta circolazione di bassa pressione capitanata dalle masse d'aria più fredde provenienti dalla Penisola Scandinava. La giornata più fresca sarà con tutta probabilità quella di lunedì 25 aprile, mentre nel periodo successivo sperimenteremo una nuova, graduale risalita termica che tuttavia resterà lontana dagli estremi toccati in questo scorcio di primavera.

La circolazione atmosferica in ambito europeo, sarebbe infatti tenuta sotto scacco da una vasta depressione le cui intenzioni sembrerebbero proprio essere quelle di "piazzare radici" sui settori centrali d'Europa.

Con l'arrivo degli ultimi giorni di aprile e dei primi giorni di maggio, cambierebbe la disposizione dei venti in ambito mediterraneo; il ripristino graduale di una circolazione occidentale, manterrebbe vive e attive condizioni di tempo incerto/instabile e fresco sulle regioni del nord e su parte di quelle centrali. Potrebbe cambiare anche L'ORIGINE delle masse d'aria instabili in arrivo sul nostro Paese: con la migrazione del fulcro delle depressioni dai settori centrali a quelli occidentali d'Europa, anche l'aria fresca proveniente dall'oceano Atlantico potrebbe ritagliarsi il suo ruolo nel palcoscenico atmosferico europeo.

In questa sede, volgendo lo sguardo al basso Mediterraneo ed alle regioni del Mezzogiorno d'Italia, potrebbe manifestarsi un nuovo aumento della temperatura portato dalle masse d'aria molto calde di origine subtropicale-africana. Queste ultime tuttavia reciterebbero un ruolo del tutto marginale. 

Seppur tra alti e bassi, tale schema atmosferico dovrebbe perpetuarsi per gran parte della prima decade di maggio.

Conferme o smentite nei prossimi aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.03: Roma Via Salaria

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra A90 e Tangenziale Est in direz..…

h 08.03: Roma Via di Torre Rossa

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Via Aurelia Antica e Piazza di V..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum