Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Storia climatica di GENOVA e della LIGURIA: con riferimenti italiani ed esteri (da non perdere) seconda parte

Tratta i principali avvenimenti meteorologici di Genova e della Liguria dal 1969 al 2007.

In primo piano - 2 Ottobre 2007, ore 09.55

SECONDA PARTE dal 1979 al 1991 1979 Inizia con una violentissima mareggiata il giorno di Capodanno, che devasta le riviere. Poi arriva l'ondata siberiana, e il 2 a Genova la temperatura è per tutto il giorno tra 0°C e -2°C: si passa dai 18°C di Capodanno a -2,4° dell’indomani. Il 4 una forte nevicata si abbatte su Genova, e la temperatura non sale sopra i -2°C; la neve gela e rimane sulle strade fino al 6, fatto raro per la nostra città. In Piemonte si hanno una ventina di giorni con minime sotto i -10°C; verso il 20 Gennaio si hanno inoltre -17°C a Bologna. L'Inverno prosegue rigido e piovoso. Febbraio è freddo e piovoso, specie alla fine, quando il 28 e il 1 Marzo la neve ricompare su Genova. Marzo è piuttosto piovoso, con una forte burrasca in Liguria il 28 del mese; così pure Aprile, con forti temporali alla fine del mese; ma a Maggio arriva un'Estate precoce, con punte di 26°C a Genova. Tutta l'Estate è calda e siccitosa, con intervalli temporaleschi a metà Giugno e ai primi e metà Luglio; verso la fine d'Agosto arrivano i temporali. Settembre è ancora piuttosto caldo, ma il 21 arrivano le piogge con un'alluvione che si abbatte su Sestri Levante. Ottobre inizia piovosissimo; il 5 una tromba marina colpisce Pegli, arrecando gravi danni nel quartiere di Varenna; dal 10 al 13 a Genova si abbattono piogge torrenziali, e la Costa Azzurra è colpita da un'alluvione (500 mm nella zona in quei giorni) e da un’onda anomala. Il Novembre è piuttosto mite e poco piovoso; il Dicembre è in gran parte mitissimo, con una punta a Genova di 20°C gradi. Al 22 arrivano le piogge e il freddo. 1980 Inizia con tempo freddo e asciutto a Gennaio, e due nevicate in città tra il 10 ed il 15, poi con piogge; Febbraio è mite e poco piovoso; Marzo si presenta moderatamente piovoso, così pure Aprile; Maggio è molto piovoso e freddo; ugualmente Giugno, in cui Domenica 8 cadono 120 mm di pioggia sulla città, ma senza temporale; il Luglio in tutta Europa è il uno dei più freddi e piovosi del secolo, ma negli Stati Uniti si verificano punte di 40°C gradi per un mese e mezzo. Un giorno il TG1 descrive così l’Estate: “Tutto il caldo che manca in Europa, c’è negli Stati Uniti.” Ad Agosto arriva un gran caldo, ma solo fino al 15, poiché nella notte del 16 forti temporali (60 mm a Genova) mettono fine all'estate. Settembre è caldissimo e secco, con una parentesi tragica la sera del 22, in cui sulla Piana Di Albenga si abbatte una terribile e distruttiva grandinata: da Genova si vedono i lampi lontani verso ponente. Pure l'inizio d'Ottobre registra un caldo che non si verificava da molto tempo in quel periodo: il 16 arriva un’intensa perturbazione, e la visita a Genova della Regina Elisabetta d’Inghilterra avviene sotto un diluvio. Il tempo perturbato continua fino a tutto Novembre. Un grande freddo con forte vento si registra ad inizio Novembre, nel ponte dei Santi, con 1°C grado a Genova il 4. La fine di Novembre si presenta molto rigida, soprattutto nel sud Italia, colpito dal terremoto in Irpinia. Dicembre è rigido e secco. 1981 L'inverno è siccitoso al Nord e molto rigido, manca la neve sulle Alpi. Al Sud è gelido e tempestoso, con Lampedusa che attonita assiste alla caduta di fiocchi di neve. La Calabria vive momenti difficili a fine Gennaio, con neve e gelo che sbarrano tutte le strade, e viene subito fatto il paragone col ‘29. A metà marzo iniziano le piogge, molto abbondanti alla fine del mese. Aprile è piuttosto asciutto, ma a Pasquetta (20 Aprile) a Genova piove e fa freddo (5°C gradi); Maggio prosegue freddo e molto piovoso; all'inizio di Giugno arriva il caldo, con punte di 30°C gradi a Genova il giorno 1; verso il 20 il tempo cambia e il 29 Genova viene colpita da un intenso nubifragio. Luglio è piuttosto piovoso, con frequenti temporali, e freddo. Domenica 12 luglio, dopo la precedente unica giornata veramente calda del mese (31°C con Fohn), nel primo pomeriggio un violento temporale si scatena tra Pra ed il centro, con epicentro a Multedo: viene colpita da un fulmine una petroliera giapponese e momenti di tensione e paura si registrano nella zona cittadina vicina al Porto Petroli. Ad Agosto arriva un gran caldo e il 4 a Genova si toccano 35°C gradi. Poi il tempo cambia bruscamente e dalla sera del 6 ( quanto una violenta burrasca temporalesca si abbatte sul litorale genovese) si scatenano violenti temporali; il giorno 11 su Genova cadono in poche ore 70 mm di pioggia, con danni in Val Polcevera. Settembre è piuttosto freddo e molto piovoso. Ottobre è piovosissimo. Nei primi giorni a Genova cadono 400 mm di pioggia. La fine di ottobre registra una giornata molto rigida, con neve precoce sopra i 500 m. Novembre e buona parte di Dicembre si presentano abbastanza miti, ma verso il 18 dicembre il tempo cambia bruscamente e il 21 Genova è sommersa da 50 cm di neve: è la più abbondante nevicata della storia recente: il 22 molti automobilisti si dirigono verso il centro per le compere natalizie, e si forma uno dei più storici ingorghi della storia del traffico genovese, specie sulla Sopraelevata. La fine dell'anno presenta freddo rigido e fiocchi di neve su Genova il giorno 28. 1982 il Gennaio si presenta non molto freddo e normalmente piovoso, così pure il Febbraio; il 21 arriva su Genova un'ondata di freddo, che dura fino al 27 (fiocchi di neve e 2°C per tutto il giorno di Carnevale, 23 Febbraio); Marzo si presenta mite e normalmente piovoso, così pure Aprile; Maggio è piovoso fino all'8, poi sopraggiunge un'anticipata Estate, che sarà lunga e torrida, e durerà fino a quasi tutto Settembre; la televisione parla molto di caldo e siccità, e si comincia a parlare di "Era Torrida prossima ventura". A fine Maggio a Genova si toccano per molti giorni i 28°C gradi; Giugno è caldissimo, specie al Sud, con punte di 45°C il 23 a Catania; anche Luglio è torrido: a Genova per 5 giorni la massima è 32°C; a fine Luglio si ha un breve periodo temporalesco, che si protrae per tutta la prima decade d'Agosto. Uno di quei giorni la città è investita da un nubifragio ed il Secolo recita: “Prima pioggia. I tombini esplodono”. La tregua momentanea al caldo non si registra comunque al Sud, dove in tale periodo, un giorno si diffonde la notizia che a Cosenza si sono raggiunti 48°C (sicuramente in quella città si superarono i 43°C, ma non si hanno riferimenti precisi e rigorosamente scientifici se si raggiunse proprio quella tremenda temperatura). Ai primi di Settembre sembra imminente un cambiamento del tempo, dopo un violento temporale il 28 Agosto; ma poi l'alta pressione riconquista spazio e il 3 a Genova si arriva a 33°C gradi: Caroselli commenterà così: “L’aria fredda credeva di farcela! Ma l’alta pressione ha nuovamente vinto, ed è quindi dimostrato che Settembre assomiglia di più all’Agosto che l’ha preceduto che al successivo mese d’Ottobre, che è ancora lontano”. La lunga estate ‘82 finirà il 25 Settembre, con temporali e nubifragi. Ottobre è piuttosto piovoso, ma abbastanza caldo fino al 15; Novembre è mite, con forti piogge alla fine; Dicembre è mite e secco. 1983 Gennaio presenta una Primavera anticipata, con temperature che toccano i 20°C a Genova; verso il 20 gennaio arriva sulla città una bufera di vento da Nord, che raggiunge l’apice di sera, causando un pauroso incendio vicino al Porto Petroli, ed uno stato d’allarme ancora più grave di quello dell’81 per il fulmine sulla petroliera; al 5 Febbraio arriva un freddo piuttosto intenso dalla Russia, ed il 12 a Genova nevica moderatamente. Marzo si presenta freddo e piovoso; il 29 nevica sull'Alta Val Polcevera. Aprile è freddo e piovosissimo, così pure maggio: e’ la Primavera più grigia e triste della recente storia meteorologica di Genova, contemporanea ad una preoccupante siccità a sud di Roma. A Giugno arriva l'estate, ma dal 15 al 30 vi sono piogge e temporali intensi; in particolare, la sera del 28 Giugno si abbatte sul Ponente Genovese un furioso temporale che registra un’ora di pioggia di paurosa intensità. Sarà però l’ultima pioggia per molto tempo. Luglio è il più caldo del secolo, con punte di 34°C/35°C a Genova per tutta l’ultima settimana. Tutti i giornali parlano del caldo eccezionale. All'inizio d'Agosto la temperatura diminuisce e l'estate prosegue bella ma meno calda. La siccità continua in Settembre; Ottobre non è molto piovoso, Novembre e Dicembre (fino al 16) si presentano rigidi e secchi; l'acqua viene razionata. Il 16 arriva molta neve a Genova; gela il Polcevera. Poi arrivano piogge torrenziali fino alla fine dell'anno. 1984 Gennaio si presenta altalenante: alterna giornate soleggiate e miti ad improvvise perturbazioni che portano neve; Febbraio è molto rigido, con parecchi giorni a Genova con 1°C o 2°C gradi; è anche caratterizzato da siccità. Marzo è secco e freddo fino al 25; poi inizia un periodo piovoso che dura fino al 15 Aprile; il periodo pasquale (Pasqua 22 aprile) è mite e soleggiato, con punte di 25°C gradi in Pianura Padana. Improvvisamente, dalla fine d'Aprile all'inizio di Giugno si abbatte sul Nord e Centro Italia un'ondata di maltempo continuo e persistente; la regione più colpita è il Piemonte, dove rischiano di marcire molte colture. A Genova in Maggio si registrano 24 giorni di pioggia. Poi il 7 Giugno inizia un periodo di siccità fino al 10 Agosto; in Piemonte si ha allora il problema opposto. Eccezionalmente, a Genova in Luglio si registrano 0 mm di pioggia: un record! Improvvisamente verso il 5/10 Agosto arriva un'ondata di maltempo: forti piogge si registreranno in città il 10, l’11 e la sera del 16 (violento temporale); il 24 Agosto quasi un uragano si abbatte su tutta la Liguria, con epicentri ad Albenga, Alassio, Genova e Deiva Marina. In città i due momenti peggiori si vivono la sera del 23, con un temporale di eccezionale violenza per quantità di pioggia e fulmini a ripetizione, e la tarda mattinata del 24, in cui si abbatte forse il più pericoloso temporale della storia recente di Genova: un’ora e mezza d’inferno, pioggia di una violenza mai più vista, fulmini, black out, Pra e Voltri allagate: il totale della pioggia caduta ammonterà ufficialmente a 250 mm all’aeroporto, ma assai probabilmente in molte zone se ne verificò anche una quantità doppia. Anche Settembre si presenta freddo e piovoso, così pure Ottobre e Novembre: un giorno di inizio Ottobre sulla città si abbatte una violenta perturbazione con pioggia intensa e vento fino a 100 km/h, annunciata in anticipo dalle radio e TV locali colla dicitura di “Tornado”. A Dicembre arriva l'Anticiclone delle Azzorre e porta tempo mite e secco fino al 20. Improvvisamente, arriva maltempo direttamente dal polo, e inizia uno dei periodi più freddi del '900; il 27 nevica a Genova. 1985 L'inverno è il più rigido del secolo dopo quello del 1929; l'8 Gennaio, a Genova il termometro per molte ore rimane fermo a -7°C, e cade una neve in cristalli di ghiaccio talmente fine che fa fatica a fermarsi e viene trasportata ovunque dal vento; dal pomeriggio la temperatura inizia a salire ed a mezzanotte toccherà i -2°C, ed un piccolo strato di neve ghiacciata ricoprirà la città; il 13, 14, 15 tutto il Nord Italia è sommerso dalla neve; a Genova ne cadono 30 cm, a Milano 70,; l'11 gennaio verrà dalla stampa definita “la giornata più fredda del secolo”: -23°C a Firenze, -27°C a Finale Emilia, -11°C a Roma. Verso il 15 l'ondata finisce e il tempo prosegue abbastanza mite, con un ritorno del clima rigido (ma in modo normale) a Febbraio. Marzo è piovoso e freddo, ,con forti piogge e Tramontana Scura il giorno 1; il 21, primo giorno di Primavera, a Genova sembra arrivato l’Inverno: pioggia continua, Tramontana Scura e 5°C; nel tardo pomeriggio il vento freddo da NE s’intensifica ulteriormente. Aprile è piovoso fino al 20; in particolare, si avrà una tetra Pasquetta l’8 soprattutto sulla nostra regione: ad Ovada al casello dell’A26 avvertiranno così gli automobilisti: “Attenti! In Liguria è notte anche se giorno!”. Dal 21 il mese prosegue mite e soleggiato; Maggio è piovosissimo fino al 25, poi arriva una lunga Estate calda, interrotta dal 18 al 24 Giugno da un'ondata di maltempo; Luglio è caldo e siccitoso: a Genova cade 1 mm di pioggia in tutto il mese; anche Agosto è caldo e secco, con un temporale solo alla fine, anche se Domenica 25 Agosto a Firenze passerà alla storia per un violentissimo temporale che scaricherà in un’ora 95 mm di pioggia su una città non abituata come Genova a tali eventi (fatta eccezione per l’alluvione del 4 Novembre 1966); Settembre è caldissimo e secco; il 28 settembre a Genova il termometro segna 29°C gradi. Ottobre prosegue caldo e secco, con gravi danni all'agricoltura, anche perché non si può più parlare d’Estate, dato che, come una sera affermerà Caroselli, nelle pianure le minime notturne sono...”Sono quelle che sono!”; verso il 15 cominciano i primi abbassamenti seri della temperatura, con forte vento; le piogge vere arrivano solo a Novembre, insieme ad un grande freddo; il 17 a Genova cadranno fiocchi di neve. A Dicembre ritornerà il tempo mite e secco, con qualche pioggia e abbassamento della temperatura da Natale in poi. 1986 L'inverno inizia altalenante; il 6 Gennaio nevica a Genova, poi la temperatura diventa più mite; ma verso il 25 arriva un'ondata di freddo da est; il 29 Genova è sommersa da 40 cm di neve; Febbraio si presenta gelido; il 10 a Genova si toccano i -5°C; durante il mese sulla città nevica per 5 volte. Sabato 1 marzo Genova è coperta da uno strato di ghiaccio scivolosissimo: a migliaia si contano le fratture. Nel pomeriggio una nuova intensa nevicata si abbatte sulla città. Il giorno dopo il tempo torna mite e soleggiato e si toccano i 15 gradi; Marzo prosegue mite e poco piovoso, mentre il mese successivo è abbastanza piovoso, ma mite. A Maggio scoppia una falsa caldissima Estate, con punte di 33°C gradi a Genova Domenica 18; nella prima mattina del giorno 28 una violenta grandinata si abbatte su Sestri e Pegli, risparmiando totalmente le altre zone, ma riportando le temperature sulle medie; Giugno è instabile e piuttosto piovoso, come Luglio e Agosto; i metereologi danno al Nino la colpa dell'estate bizzarra, avendo ormai dimenticato tante fredde Estati precedenti. Settembre è mite, con due episodi di forte pioggia a metà e verso la fine; ad Ottobre inizia una siccità che durerà sino alla fine dell'anno, interrotta solo la notte tra Sabato 25 e Domenica 26 da un passaggio perturbato, che avvicina la temperatura verso valori invernali, e Domenica 2 Novembre, con varie grandinate, specie in serata a Sestri; verso il 22 Dicembre arriva un'ondata di freddo, e il termometro a Genova scende a -2°C il giorno 24, salvo poi ritornare su valori miti per fine anno 1987 Gennaio inizia mite e col grave problema della siccità, con diffusi incendi nelle alture delle Riviere; in particolare, il pomeriggio di Capodanno viene colpito da un vasto rogo il Promontorio di Portofino; verso il 9 arriva un'ondata di freddo dalla Russia e il termometro a Genova scende a -5° durante l'intensa nevicata del 13; poi l'inverno prosegue piuttosto freddo e secco, con vari episodi di minime sottozero anche in città, benché di poco; domenica 1 Marzo il sole splende e sembra arrivata la Primavera: il giorno di Carnevale, il 3, in città la massima raggiunge 18°C, precipitando poi a 0°C in una notte: in tutta Italia i metereologi evidenzieranno l’enorme diminuzione di temperatura, causata dalla sostituzione dell’Alta delle Azzorre con l’Anticiclone Russo Siberiano, improvvisamente rinvigorito. Dal 4 quindi il clima si presenta gelido, con minime sullo 0°C e massime non oltre i 7°C in città; il freddo dura fino al 20, anche se meno intenso nella seconda decade; poi si registrano deboli pioggerelle; Aprile è mite e moderatamente piovoso,salvo una lugubre e tetra piovosa Pasquetta (giorno 20) così pure Maggio; Giugno è mite e caratterizzato da frequenti temporali ed acquazzoni; Il Luglio ’87 a Genova è uno dei più piovosi del secolo; nel tardo pomeriggio dell'8, in due ore, cadono 50 mm di pioggia; il 19 in Valtellina si abbatte una disastrosa alluvione: si sono sciolti in parte i ghiacciai del Bernina; i metereologi cominciano a parlare di Effetto Serra, anche perché, mentre il Nord è alle prese col maltempo, nel Sud si registra una tremenda ondata di caldo, che causa una grave vicenda a Reggio Calabria: a causa di temperature sopra i 40°C, ai “Ricoveri Riuniti”, ospizio cittadino, muoiono diversi anziani; a Lecce si toccano 45°C; il 30 luglio l’alluvione arriva nella nostra città: nel primo pomeriggio si scatena uno storico violentissimo temporale: cadono su Genova quasi 200 mm di pioggia in due ore, con punte di 300 a Sampierdarena, che viene invasa dall’acqua, con una grave tragedia: un uomo annega nella parte sotterranea della Banca di Piazza Montano invasa dall’acqua. Agosto è caldo ma non eccessivo fino al 15, poi in città si registra un’afa insopportabile, pur con temperature non eccezionali, ma per l’elevatissimo tasso d’umidità; il caldo viene interrotto solo la notte tra il 23 ed il 24, con temporali e nubifragi, in particolare nell’Entroterra Savonese e nel Basso Piemonte, che subisce un'alluvione. Ma Settembre si presenta caldissimo fin dall’inizio, e sembra voler recuperare l'estate mancata; solo il 27 arriveranno temporali e il termometro si abbasserà bruscamente; Ottobre è fresco e molto piovoso, con diversi episodi di nubifragi, frane e smottamenti; ma a Novembre arriva l'Anticiclone delle Azzorre, che si protrae fino al 20, quando giunge un'ondata di freddo moderato e pioggia, che dura fino al 10 Dicembre; dopo, un potente Anticiclone delle Azzorre arriva sulla penisola e porta un tempo mite e secco fino alla fine dell'anno, quando nuove perturbazioni portano pioggia e abbassamento della temperatura. 1988 L'Inverno, al contrario dei precedenti, è molto mite: la temperatura minima che si registra a Genova è 4°C, in un giorno di metà Gennaio con pioggia continua, forte Tramontana Scura e neve sopra i 400 m; Gennaio è comunque abbastanza piovoso e burrascoso, mentre Febbraio piuttosto secco. Marzo e Aprile sono miti e non molto piovosi. Ad inizio Maggio caldo precoce: fino a 27°C gradi a Genova. Poi Maggio trascorre mite e molto variabile, con episodi per brevi temporali ed acquazzoni. Giugno è piuttosto mite ed abbastanza piovoso, con un’intensa perturbazione che porta molta pioggia Sabato 22; poi inizia un'Estate calda e secca, interrotta da un temporale verso il 5 Agosto e da una più cospicua ondata di temporali verso il 25 Agosto, che però si caratterizzano più per il vento che per la pioggia, piuttosto scarsa. Settembre inizia con una forte pioggia il giorno 2, poi siccità e abbastanza caldo fino a domenica 9 Ottobre, quando arriva una settimana di piogge abbondanti, che termina con un improvviso ritorno estivo Sabato 15 e temperatura massima di 25°C gradi; il caldo fuori stagione termina sabato 22 ottobre, con le prime folate di vento fresco da N . Continua comunque la siccità, interrotta ai primi di Dicembre da due giorni di pioggia intensa, vento e 5°C gradi. Tutto il resto di Dicembre è molto mite e secco. 1989 Gennaio e Febbraio sono siccitosissimi e molto miti: la pressione è talmente alta che si registra un abbassamento del livello del mare, documentato molto da giornali e televisioni. Il 24 Febbraio il barometro inizia a scendere fortemente, arrivando a segnare tempesta Domenica 26, con pressione a 970 hPa: la Riviera subisce una delle più violente mareggiate del secolo, che portano danni enormi, specie il 26 Febbraio a Camogli. In compenso sono arrivate le piogge. Marzo è mite e normalmente piovoso. Aprile è piovosissimo, con un violento nubifragio a Genova verso il 20. Maggio è mite e poco piovoso; giugno è ugualmente mite, ma leggermente più piovoso. Luglio è mite e piuttosto piovoso. Agosto registra a Genova 450 mm di pioggia: il mese più piovoso dell'anno. Un violento nubifragio si scatena a Genova la mattina dell'ultima domenica del mese, il 27, con ripresa la sera ed i soliti danni alla Festa De L’Unità della Foce. Settembre è ancora mite e piuttosto piovoso, con un violento temporale nel primo pomeriggio di domenica 3; un altro forte temporale colpisce particolarmente la Val Polcevera la sera di Sabato 23, dove un fulmine uccide dei gitanti rifugiatisi a Forte Diamante. Ma verso la fine del mese incomincia una storica siccità. Ad Ottobre, Novembre e Dicembre cade ben poca pioggia sulla città (tranne nel tratto rivierasco Nervi – Recco, che sarà invece colpito da un'alluvione venerdì 17 Novembre, con una nuova violenta pioggia la mattina di sabato 18, che allaga la zona di Nervi vicino al porticciolo; verso sera la pioggia si estende su tutta la città con forte tramontana scura: un tempo da lupi, ma poco duraturo: l’indomani è già molto migliorato.). Novembre e parte di Dicembre sono anche molto freddi, tranne dal 16 al 25 Dicembre, quando arriva un’Alta Pressione Africana, che porta tempo molto mite su tutta l'Italia: 28°C gradi a Pescara, 19°C a Bologna, 16°C a Genova. A Santo Stefano ritorna un poco di freddo, ma sempre senza pioggia. 1990 Continua la siccità con tempo freddo, asciutto e ventoso fino all’8 Gennaio. Una sera Caroselli annuncia che l’Anticiclone Russo Siberiano verrà sostituito da quello delle Azzorre, che aggraverà ancor di più la terribile siccità, consentendole di proseguire quasi ininterrotta fino al 20 Marzo (qualche pioggia a fine Gennaio ed un acquazzone la notte di domenica 11 febbraio) (mentre l'Europa occidentale e settentrionale è flagellata da violente tempeste, che causeranno gravi danni alla Torre Eiffel). Ma Febbraio è anomalo ed inquietante non tanto per la siccità (altri inverni furono secchi), quanto per l’impennata della temperatura, che porta il termometro a Genova fino a 24°C: certe sere si registrano ancora 21°C-22°C gradi. Anche il resto dell'Italia subisce quell'ondata di caldo anormale, con 25°C a Milano: tutti parlano di Effetto Serra. Anche Marzo è molto più caldo del normale, (con gente al mare Domenica 4, sotto una temperatura sopra i 23°), con temperature massime sempre sopra i 20°C, e siccità. Dopo il 20 arrivano deboli piogge, che non risolvono nulla; i primi di Aprile sembra già Estate. Ma dal 4 si ha un'inversione di tendenza: arrivano fitte piogge, freddo (6°C gradi) e neve abbondante sulle Alpi. Tutto il mese in Liguria è piovosissimo. Dal 29 però ricompare la siccità, con un Primo Maggio ferragostano, ed il clima prosegue più caldo del normale, accompagnato sempre da siccità (4 mm di pioggia a Genova in tutto Maggio). Verso il 20 giugno sembrano imminenti alcune perturbazioni, ma una sera Caroselli smentirà il tutto affermando: “E’ inutile aspettare adesso le piogge! D’Estate non può piovere! (Ma non si ricordava più tante Estati precedenti…?). Il caldo prosegue per il resto dell'Estate, con punte di 32°C alla fine di Giugno, e diverse volte supera i 30°C a Genova in Luglio. Il 1 Agosto arriva un poco di pioggia (14 mm), ma il 2 scoppia un caldo opprimente: il 3 Agosto il Secolo XIX scrive: "Ieri 35°C in riva al mare, 38°C in città". Comunque dopo arrivano dei temporali, ma effimeri; Ferragosto è sotto una debole pioggia; ma tutto è di scarso beneficio: gli incendi continuano a devastare Liguria e resto d'Italia: gravissimo un esteso rogo che si svilupperà un giorno di inizio Agosto sulle alture di Megli; purtroppo piove seriamente solo a nord delle Alpi. Sabato 25 Agosto sembra arrivare un’attesa perturbazione; ma colpirà la città a macchia di leopardo: 5 mm a Sestri e 60 a Molassana (e solo in questo quartiere), e quasi nulla al Brugneto. Settembre è caldo e secco, con rare e deboli piogge: la situazione siccità comincia a divenire allarmante, dato che il 15 Settembre al Brugneto sono rimasti solo 2.500.000 di metri cubi (capienza 25.000.000 di metri cubi: per scongiurare l’emergenza ne occorrerebbero almeno 12.500.000). Il Secolo XIX un giorno intitola così un articolo relativo: “Se non piove è un dramma!”. Il Brugneto comincia così ad attirare molti turisti che accorrono per osservare tanti oggetti che sono riemersi dopo tanti anni: è la più grave siccità che ha colpito Genova da quando è stata costruita la diga. Improvvisamente, tra il 3 ed tutto il 4 Ottobre a Genova (specie da Sampierdarena verso est) si scatena un violento nubifragio: cadono 230 mm di pioggia in poche ore, il Bisagno ritorna ad essere fiume. Per tutto Ottobre si susseguono piogge abbondantissime e violenti temporali: cadono 600 mm di pioggia in Piazza della Vittoria. Una sera di metà Ottobre, durante uno di questi innumerevoli temporali, un fulmine riesce a colpire una ragazza di Pegli mentre sta telefonando: purtroppo non ci sarà nulla da fare. A Novembre sembra ritornare la siccità, ma dopo il 20 l'Italia è investita da violente perturbazioni, che portano i fiumi in piena e freddo. Dicembre inizia rigido a Genova e prosegue tale per tutto il mese, con una violenta pioggia e Tramontana Scura per tutto il giorno 8, con neve su tutto il Piemonte, che durerà fino al 20 febbraio 1991; si verificano altre forti piogge intorno al 15; il freddo a Genova è persistente fino al 31, tra giornate abbastanza serene alternate a pioggia, e continuo vento di Tramontana Scura, che sarà sostituita dallo Scirocco solo nella piovigginosa notte di capodanno ’91. 1991 Gennaio inizia abbastanza mite e leggermente piovoso; dopo il 15 la temperatura si abbassa per un anticiclone sull'Europa Centrale; all'inizio di Febbraio arriva il Burian siberiano; il 7 Febbraio Genova è sotto la neve e la temperatura oscilla, secondo le zone, da -6°C a -2°C; in alcune zone del Piemonte si arriva a -20°C; in seguito, a Milano, per alcuni giorni si registrano minime notturne di -13°/-14°C. Il tempo permane freddo fino al 18-20, poi diventa più mite e asciutto; Marzo si presenta mite e variabile tra sole e piogge moderate; Aprile è mite e poco piovoso fino al 17, quando arriva un'ondata artica che porta la neve a Torino e Milano e sopra i 200 m nel versante marittimo della Liguria; tale ondata è preceduta da un’intensa libecciata che causa l’avaria di una petroliera al largo di Varazze e la fuoriuscita di tonnellate di greggio, che vanno ad infestare vasti tratti della Riviera di Ponente: è il più grave disastro ecologico della nostra regione; l’ondata artica causa neve persistente in molte zone del basso Piemonte, creando nel Monferrato un paesaggio surreale con neve ed alberi da frutto già in piena fioritura; in seguito il tempo persiste freddo e all'inizio di Maggio arrivano abbondanti piogge. Il primo sabato di Maggio, giorno 4, nel pomeriggio, il termometro in città segna 5°C gradi, e pioggia e vento gelido avvolgono Centro e periferia. La temperatura diventa in seguito più mite, ma il mese rimane temporalesco, con brevi intervalli di bel tempo. L'inizio di Giugno è grigio e piovosissimo, ed il resto del mese altalenante fra belle giornate e piogge. Luglio è caldo e secco; il 31 arriva un violento temporale; Agosto è uno dei più secchi del secolo, con un robustissimo Anticiclone delle Azzorre, che mantiene un'estate calda fino al 10 Settembre, e causa problemi di siccità specialmente in Piemonte e Lombardia. L'11, 12 e 13 Settembre Genova è colpita da piogge torrenziali, e si sfiora l’alluvione: complessivamente cadono 350 mm di pioggia, ed in particolare, nella notte tra l’11 ed il 12, si registra un violentissimo temporale eccezionale per scariche elettriche e tuoni di rara intensità. Il resto di settembre è mite ma molto piovoso da Giovedì 26, con un'alluvione a Nervi il 29: allagata come sempre la zona del porticciolo. Ottobre è ricco di nubifragi ed un freddo precoce arriva verso il giorno dei Santi; inizio Novembre è molto più freddo del normale; il mese rimane molto fresco e con occasioni per piogge torrenziali, come venerdì 14. Il 25 inizia una lunga siccità invernale, con l'affermarsi dell'Anticiclone delle Azzorre. Dicembre è quindi mite e secco, tranne una breve ondata di freddo intenso e secco ad inizio mese.

Autore : Prof. Paolo Pellegrino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.08: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Lastra A Signa (Km. 5) e Svinc..…

h 16.07: A7 Milano-Genova

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Serravalle Scrivia (Km. 84,5) e Genova Bolzaneto (Km. 125,8) in e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum