Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Stivale italiano sotto attacco del Generale Inverno

Le nevicate della scorsa notte sulle regioni settentrionali, rappresentano la prima manifestazione "pratica" di questa nuova fase invernale prevista interessare l'Europa nelle prossime giornate. Ecco i protagonisti della scena atmosferica europea nelle prossime due settimane.

In primo piano - 30 Gennaio 2015, ore 18.05

Nelle ultime ore l'Italia è stata protagonista dell'ingresso vistoso e turbolento di una massa d'aria fredda di origine polare-marittima. Valori estremamente bassi di pressione al suolo, hanno caratterizzato l'ingresso del freddo che, lo ricordiamo, appartiene ad un vero e proprio lobo del Vortice Polare, approdato direttamente su casa nostra. Alle quote superiori abbiamo assistito ad un vero e proprio tracollo termico, il sistema frontale ad esso associato, è riuscito persino a varcare l'arco alpino, portando fiocchi di neve sino alle quote pianeggianti della Valpadana. Pioggia ed instabilità protagonista dei settori centrali e meridionali italiani, associati a vento forte e graduale abbassamento della temperatura.

Nei prossimi giorni l'aria fredda entrerà in modo ancora più deciso sul Mediterraneo, interessando in modo più deciso anche i settori meridionali del Paese, laddove l'instabilità andrà concentrandosi anche nel weekend. Sulle regioni settentrionali proseguiranno le condizioni generalmente favoniche e soleggiate ma anche piuttosto fredde.

Tra lunedì 2 e martedì 3 febbraio, una veloce perturbazione proveniente dall'oceano Atlantico settentrionale, farà breccia sul bacino del Mediterraneo, portando ad un peggioramento più organizzato che potrebbe questa volta riguardare in modo più diretto anche i settori settentrionali del Paese. Questa previsione necessita ancora di conferma, poichè risulta ancora troppo incerta la posizione della depressione sul Mediterraneo.

Volgendo lo sguardo all'evoluzione successiva, le previsioni oggi a nostra disposizione risultano ancora estremamente incerte; l'ago della bilancia pende maggiormente per un proseguimento delle condizioni fredde e tendenzialmente instabili per tutta la prima decade di febbraio, ci sono tuttavia delle previsioni che invece promuoverebbero una graduale distensione dell'anticiclone oceanico sul Mediterraneo. Tale distensione sarebbe favorita da un ricompattamento del Vortice polare e conseguente interruzione dei flussi di calore diretti alle regioni polari. Questa ipotesi risulta al momento quella meno probabile tra le due.
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum