Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Stivale italiano nella morsa del MALTEMPO ma non è finita qui

Alcuni settori dell'Italia settentrionale sono reduci da una forte ondata di maltempo che ci ha interessato tra domenica 13 e lunedì 14 settembre. Alcune immagini dei più spettacolari temporali avvenuti sul nostro territorio in occasione di questo passaggio perturbato e uno sguardo all'evoluzione relativa al resto della settimana.

In primo piano - 15 Settembre 2015, ore 17.15

Siamo reduci da una forte ondata di MALTEMPO che ha messo ancora una volta in seria difficoltà alcune località dell'Italia settentrionale, riferendoci in particolar modo alle regioni Liguria ed Emilia Romagna. Quest'oggi la situazione atmosferica appare migliorata, anche se con tutta probabilità una seconda tornata di temporali andrà interessandoci tra la giornata di domani, mercoledì 16 e venerdì 18 settembre.

Per quanto riguarda i danni provocati dall'ondata di maltempo, segnaliamo diverse situazioni di criticità, con pesanti disagi soprattutto sull'Appennino Piacentino. Val Nure e Valtrebbia le aree più colpite dagli allagamenti conseguenti alle forti piogge verificatesi nella notte tra domenica e lunedì. Intensi temporali che hanno colpito anche il capoluogo ligure e la riviera levantina, laddove la cumulata di oltre 200mm in una manciata d'ore, ha riempito in poco tempo i corsi d'acqua sino al livello d'attenzione. I disagi più grossi nel paese di Montoggio, località dell'entroterra a pochi chilometri dalla città di Genova dove si registrano allagamenti dovuti allo straripamento di un torrente. 

I violentissimi contrasti sono stati in larga parte determinati dall'impeto della ventilazione sciroccale che ha trascinato aria molto calda ed umida a ridosso delle regioni settentrionali. Questa ventilazione, col suo grande quantitativo di calore ed umidità trascinate direttamente dalle regioni di basso Mediterraneo sin verso le aree settentrionali del Paese, ha svolto un ruolo fondamentale nella creazione di importanti sistemi convettivi. Il maltempo ha interessato soprattutto Liguria, Toscana ed Emilia Romagna nella giornata di domenica 13 settembre ma non dobbiamo trascurare neppure le spettacolari supercelle che nel pomeriggio di lunedì 14 hanno sferzato alcuni settori del Triveneto, mostrandosi in tutta la loro ancestrale bellezza e scaricando al suolo chicchi enormi di grandine. 

Non è ancora finita: persisterà ancora per alcuni giorni la vasta circolazione di bassa pressione collocata col proprio perno sui settori occidentali d'Europa (Penisola Iberica). Ne conseguirà una recrudescenza dell'instabilità agevolata da un nuovo impeto dello Scirocco che tornerà a soffiare deciso lungo il mar Tirreno già dalla mattinata di domani, mercoledì 16 settembre, concentrando nuovamente temporali ed instabilità sparsa su Liguria di Levante ed alta Toscana. Infine è previsto il transito del fronte fronte freddo tra giovedì 17 e venerdì 18, i cui effetti sono ancora da valutare dettagliatamente. Per avere un'attenuazione definitiva dell'ondata di maltempo bisognerà aspettare il prossimo fine settimana. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum