Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

STATI UNITI: al via una grande ondata di GELO (le mappe)

Mentre l'Italia ricadrà sotto la circolazione di venti temperati oceanici, gli Stati Uniti si apprestano a vivere una grande ondata di GELO. Vediamo dove e quando.

In primo piano - 23 Dicembre 2017, ore 12.45

Ben presto un fortissimo raffreddamento delle temperature coinvolgerà a pieno merito gli Stati Uniti centrali ed orientali, con isoterme di tutto rispetto. Questa zona del mondo non è certo nuova ad eventi acuti invernali di questo tipo, essendo gli Stati Uniti una terra di unione pressochè diretta tra i climi freddi e tormentati del Canada settentrionale, qui basta semplicemente che i venti abbiano una rotazione abbastanza decisa dai quadranti settentrionali oppure nord-occidentali perchè l'aria fredda affluisca liberamente da una latitudine di partenza molto settentrionale, verso una assai più bassa. Ritroveremo anche quest'anno ben rappresentato, il famigerato "lobo canadese del Vortice Polare", un enorme serbatoio d'aria gelida dal quale le masse di gelo traggono origine, senza incontrare alcun ostacolo sul loro percorso.

I paragoni con il continente europeo appaiono fuori luogo; negli Stati Uniti infatti è necessaria una semplice ondulazione della corrente a getto, il consolidamento di una saccatura con asse sugli stati centro-orientali per scatenare le ire dell'inverno, il "loro" serbatoio è quindi rappresentato dall'enorme porzione di territorio che prende il nome di Canada, laddove il clima presenta delle caratteristiche continentali ed è soggetto a diminuzioni estremamente pronunciate della temperatura proprio durante il trimestre invernale. 

L'Europa è una terra circondata dagli oceani che ne bagnano le rive anche a nord, laddove manca l'intenso raffreddamento che potrebbe essere garantito soltanto dalla presenza di un continente. Possiamo attingere dalla Russia e talvolta dalla Penisola Scandinava ma nel nostro caso sono necessarie delle Onde di Rossby estremamente pronunciate, atte a scatenare sull'Europa flussi di correnti aventi un moto retrogrado (da est verso ovest). Infatti soltanto dai quadranti orentali vi possono affluire le masse d'aria più fredde, le protagoniste assolute dei più grandi inverni europei del passato. 
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.57: A90-GRA Salaria-Casilina

incidente

Incidente a 1,569 km prima di Svincolo 13: SS5 Via Tiburtina (Km. 29,8) in direzione Area di serv..…

h 04.10: A1 Milano-Bologna

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Fidenza (Km. 90,4) e Fiorenzuola (Km. 74) in direzione Milano..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum