Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Stanno per arrivare giorni di freddo rigido in Siberia

Guardate la carta che vi mostriamo; è piuttosto eloquente

In primo piano - 11 Settembre 2002, ore 10.50

Quella che vi facciamo vedere è una carta tecnica piuttosto complessa, nella quale vengono previste le temperature al livello degli 850 hPa, attorno ai 1300-1500 metri di quota. In particolare questa mappa è riferita alle prime ore di domenica prossima e ci fa vedere che l’Europa orientale, reduce dall’irruzione fredda in atto in queste ore, si sarà raffreddata notevolmente, con valori perlopiù compresi fra 0°C e 5°C. Ma più ad est, sulla Russia e sulla Siberia centrale, le temperature saranno calate ancora di più, toccando punte di –15°C! La configurazione che porterà a questa distribuzione delle masse d’aria è un po’ complessa, ma cerchiamo di capirla con poche parole: innanzitutto l’anticiclone dinamico scandinavo tenderà gradualmente a spostarsi verso il Mare del Nord, lasciando spazio a una profonda depressione, che pescando aria fredda dalle latitudini artiche, continuerà a far affluire correnti relativamente fredde sull’Europa orientale in generale. Più ad est, i venti di richiamo verso nord del vortice, oltre a provocare un certo aumento dei valori termici a nord del Mar Caspio, getteranno le basi per la formazione di un altro anticiclone con un massimo proprio sulla Siberia centrale. Si tratterà di una cellula di alta pressione “ibrida”, perché avrà sia caratteristiche dinamiche (grazie ad una certa struttura in quota) che termiche; si può battezzare come un primo embrione di “anticiclone Russo-Siberiano”. Che conseguenze possono esserci per il nostro Paese? Assolutamente nessuna, almeno nel breve termine. Infatti, noi subiremo al più l’attacco, nemmeno tanto convinto, delle correnti settentrionali che affluiscono nel vortice sulla Polonia, e quindi saremo praticamente al riparo da un gelo un po’ troppo precoce. Possiamo affermare però che la presenza di un blocco freddo così intenso fra la Siberia e l’Asia orientale già in questo periodo, potrebbe dare voce in capitolo ai venti gelidi continentali durante l’inverno, riportando periodi di freddo intenso e secco a causa del Burian, che dal 1996 non si è più fatto vedere dalle nostre parti, se non per poche ore. Le conseguenze più dirette invece le subirà la Siberia, dove le temperature nei prossimi giorni caleranno velocemente toccando già i –10°C o addirittura i –15°C in alcune zone dove le correnti saranno particolarmente deboli. Si tratta comunque di un assaggio di gelo piuttosto precoce, almeno per quanto riguarda gli ultimi anni.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.28: A4 Milano-Brescia

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Dalmine (Km. 169,8) e Trezzo (Km..…

h 06.26: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Sesto San Giovanni-Viale Zara..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum