Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

STAGIONALI: uno sguardo al passato per capire il futuro (seconda parte)

Scendiamo nel dettaglio sulla previsione inerente la mensilità di ottobre: uno sguardo verrà dato anche all'evoluzione successiva, il tardo autunno e poi alla prima della stagione invernale.

In primo piano - 27 Settembre 2016, ore 12.40

Per inquadrare al meglio l'evoluzione del tempo relativa alla mensilità di ottobre, non possiamo non tener conto di quelle che sono state le caratteristiche salienti della circolazione atmosferica europea in questi ultimi mesi. Siamo tuttavia consapevoli di come, prima o poi, l'atmosfera dovrà comunque trovare una via di fuga ad un pattern che oramai persiste da molto tempo senza presentare grosse variazioni. Ci chiediamo quindi se l'alta pressione sull'ovest d'Europa possa riuscire per la mensilità di ottobre ad allentare almeno in parte la presa, consentendo così l'arrivo per il nostro Paese di una piovosità un po' più regolare.

La risposta non è facile da trovare ed al momento la via di uscita già messa in atto dalle dinamiche dell'atmosfera nelle annate del recente passato, resta una sola; numerosi impulsi d'aria fresca ed instabile di provenienza settentrionale, potrebbero infatti compromettere la solidità dell'anticiclone sull'Europa che allontanerebbe con gradualità il proprio baricentro sull'oceano Atlantico.

Da qui ad avere un corridoio di correnti fresche ed instabili dirette ai settori ovest europei il passo è breve. A sostenere questa tesi, alcune confortanti medie statistiche sulle sinottiche prevalenti nel mese di ottobre; nel periodo compreso tra il 1990 ed il 2005 hanno infatti prevalso su circa il 60% dei casi, condizioni tipiche di NAO (North Atlantic Oscillation) negativa. Trattasi quest'ultimo di un pattern caratteristico che prevede la presenza di una pressione mediamente più elevata sui settori settentrionali europei e sull'oceano Atlantico settentrionale, frequenti condizioni depressionarie possono a quel punto interessare i settori meridionali d'Europa e l'area mediterranea.

Tale dato risulta in parte confortato dalla media delle precipitazioni sempre in riferimento al periodo 1990 - 2015 che mette in risalto sul Mediterraneo, una piovosità superiore alla media. Tale aumento potrebbe però essere stato in parte favorito anche dall'aumento delle temperature in ambito mediterraneo avvenuto negli ultimi decenni, implicato nella creazione di temporali più intensi e precipitazioni quindi più abbondanti.

Questa linea di tendenza, in virtù anche della statistica, potrebbe alla resa dei conti essere quella più probabile ma non l'unica disponibile; non possiamo infatti negare la possibilità, ancora concreta di assistere ad un prolungamento del pattern attuale che, in virtù di una ancora forte ingerenza dell'alta pressione sull'ovest Europa, potrebbe prolungare sul bacino centrale del Mediterraneo, una sinottica prevalentemente settentrionale.

Alcune delle previsioni stagionali calcolate da autorevoli centri di calcolo, sembrerebbero andare proprio verso questa direzione. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.39: A1 Bologna-Firenze

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Barberino di Mugello (Km. 261,4) e Calenzano-Sesto Fiorentino..…

h 03.29: A14 Bologna-Ancona

incidente

Ripristino incidente causa incidente nel tratto compreso tra Marotta-Mondolfo (Km. 187,9) e Senigal..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum