Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Speranze di inverno a cavallo tra la seconda e la terza decade di gennaio

Con l'arrivo del fine settimana, l'egemonia anticiclonica verrà interrotta dal passaggio di una perturbazione; sarà un episodio isolato oppure avrà un seguito nello sviluppo degli eventi?

In primo piano - 14 Gennaio 2020, ore 21.45

Il tempo previsto sul nostro Paese nei prossimi giorni, vedrà una lenta attenuazione del campo anticiclonico sul Mediterraneo, sotto la spinta delle correnti occidentali che, con le loro perturbazioni, tenderanno a scendere un po' di latitudine in corrispondenza dell'Europa occidentale, con un aumento della nuvolosità in previsione per i settori del medio ed alto Tirreno, nonché sulle regioni settentrionali. Questa nuvolosità prevalentemente costituita da nubi di tipo basso, si farà vedere soprattutto sulle seguenti regioni; Liguria, Toscana, Lazio, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto. Sulle regioni del centro e del sud l'alta pressione sarà invece in grado di garantire ancora alcuni giorni di tempo stabile, almeno fino a giovedì 16 gennaio.

Volgendo lo sguardo al tempo previsto a ridosso del prossimo fine settimana, le correnti occidentali molto forti che stanno interessando l'Europa in questo periodo, saranno destinate a rallentare un po', favorendo delle ondulazioni più pronunciate della corrente a getto. Ne potrebbe scaturire lo sviluppo di una perturbazione diretta allo stivale italiano a cavallo tra venerdì 17 e domenica 19 gennaio. In questa sede potrebbe verificarsi anche una riduzione delle temperature, con l'arrivo di qualche nevicata a quota più bassa al nord. Ecco la previsione del modello americano riferita alla mattinata di domenica 19:

L'evoluzione del tempo rivolta a medio e lungo termine, mette in luce l'entrata in gioco di una fase atmosferica più instabile e fredda per l'Europa e forse anche per il nostro Paese. L'alta pressione delle Azzorre resterebbe confinata col proprio cuore più caldo sull'oceano Atlantico, distante abbastanza da consentire l'arrivo di una circolazione più fredda di venti nord-orientali in grado di interessare l'Europa centrale ed anche il nostro Paese, con una fase di tempo moderatamente più freddo in previsione a cavallo tra il termine della seconda e l'esordio della terza decade di gennaio. Ecco la previsione del modello americano riferita a lunedì 20:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum